Nuova Audi A6 Avant: tanta sicurezza grazie a molteplici sistemi di assistenza alla guida

Il conducente è assistito sia attivamente che passivamente

I sistemi di assistenza al conducente previsti dalla nuova Audi A6 Avant sono completamente integrati in rete e gestiti da una centralina denominata zFAS che si avvale di cinque sensori radar, cinque telecamere, dodici sensori a ultrasuoni ed uno scanner laser
Nuova Audi A6 Avant: tanta sicurezza grazie a molteplici sistemi di assistenza alla guida

Audi A6 Avant MY 2019 – Un aspetto su cui il costruttore di Ingolstadt ha investito tantissimo sulla sua nuova station wagon è quello della sicurezza, sia attiva che passiva. Per questo meritano certamente una menzione particolare numerose funzioni sviluppate da Audi al fine di fornire al guidatore sempre un’ottima assistenza alla guida in un’ampia molteplicità di casi. I numerosi aiuti alla guida della nuova Audi A6 Avant MY 2019 sono gestiti da una centralina dei sistemi di assistenza alla guida denominata zFAS che, grazie all’utilizzo di cinque sensori radar, cinque telecamere, dodici sensori a ultrasuoni ed uno scanner laser, è in grado di realizzare in maniera permanente un’immagine dell’ambiente circostante della vettura.

Nel traffico urbano, grazie ai dispositivi su citati il conducente è supportato nella sicurezza da diverse funzioni: il sistema di assistenza agli incroci, che riconosce i potenziali pericoli derivanti dal traffico trasversale dinanzi alla vettura, il sistema Audi pre sense 360°, che rileva il pericolo di collisione, l’assistente al traffico trasversale posteriore, che sorveglia la guida in retromarcia a bassa velocità (ad esempio uscendo da un parcheggio trasversale) ed il pacchetto di avvertimento all’uscita dalla vettura e al cambio di corsia. Su strade a scorrimento veloce spicca il cruise control adattivo con dispositivo di assistenza per il restringimento della corsia: questa tecnologia fornisce un aiuto concreto nel controllo delle dinamiche longitudinali e trasversali nel traffico stop and go, e gestisce autonomamente le accelerazioni fino ad una velocità di 250 km/h e le frenate sino all’arresto della vettura.

Grazie alla funzione efficiency assistant, per la regolazione della velocità di marcia, il sistema di assistenza alla guida analizza anticipatamente i limiti di velocità, le curve, le rotatorie e, con la guida a destinazione attiva, anche le svolte. L’emergency assist, invece, focalizza l’attenzione sul guidatore visto che è in grado di riconoscere la sua possibile inattività. In caso di mancata attività rilevata da parte del conducente, il sistema cerca inizialmente di avvisarlo attraverso segnali visivi, acustici e tattili. Se il conducente non reagisce agli avvertimenti, il sistema attiva il lampeggio di emergenza e frena automaticamente la nuova Audi A6 Avant mantenendola nella propria corsia di marcia sino all’arresto. Contemporaneamente, il sistema avvia le misure di protezione di Audi pre sense (ad esempio il pretensionamento delle cinture di sicurezza e la chiusura dei finestrini) e attiva una chiamata di emergenza automatica.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati