Rinnovo patente: come compilare i bollettini e la documentazione necessaria

Cosa bisogna presentare e quali dati inserire negli appositi spazi

Per rinnovare la patente vanno effettuati dei versamenti e, per farlo, servono dei bollettini. Ecco dove si trovano e come si compilano
Rinnovo patente: come compilare i bollettini e la documentazione necessaria

Rinnovare la patente di guida è una procedura obbligatoria per poter continuare a guidare il proprio veicolo. Com’è ovvio, esistono scadenze ben precise a seconda dell’età e della categoria di patente, ci sono costi da sostenere, procedure da seguire (tra cui la visita medica) e documenti da presentare per non rischiare di circolare con la patente scaduta. Tra le tante cose, vanno anche effettuati dei versamenti e per farlo servono dei bollettini. Ma dove si trovano e come si compilano?

 

Procedura e documenti per rinnovare la patente

Due sono i fattori che incidono sul rinnovo della patente: l’età del conducente e la categoria di patente posseduta. A questo proposito, le patenti A e B vanno rinnovate:

  • ogni 10 anni (fino a 50 anni);
  • ogni 5 anni (tra i 50 e i 70 anni);
  • ogni 3 anni (tra i 70 e gli 80 anni);
  • ogni 2 anni (oltre gli 80 anni).

Tutte le altre categorie di patenti (C, D eccetera) vanno invece rinnovate ogni 5 anni.
 Riguardo alle scadenze, la patente scade il giorno del compleanno del conducente. La modifica riguarda però solo le patenti A e B (AM, A1, A2, A, B1, B e BE) con scadenza ordinaria, cioè con durata non limitata. Nulla cambia, invece, per le patenti C e D (C1, C1E, C, CE, D1, D1E, D e DE), per le CQC (Carta di Qualificazione del Conducente) e per le patenti A e B rinnovate con visita effettuata da una Commissione medica locale o da medici Asl specialisti nell’area della diabetologia e delle malattie del ricambio.

Per ottenere il rinnovo della patente di guida è quindi necessario effettuare una visita medica presso una delle autorità sanitarie previste dall’art. 119 del Codice della Strada. Al momento della visita è necessario portare:

  • un documento di identità in corso di validità;
  • il codice fiscale;
  • la patente che sta per scadere;
  • due fototessere;
  • l’attestazione del versamento di 10,20 euro sul c/c 9001 e di 16 euro sul c/c 4028 (bollettini prestampati in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione).

Se la visita darà esito positivo, il medico rilascerà al conducente la ricevuta dell’avvenuta conferma della validità della patente di guida. Dopodiché sarà la Motorizzazione a spedire a casa la nuova patente. Nel caso di mancato ricevimento della patente entro 15 giorni dalla data della visita medica, il conducente potrà contattare il numero verde 800979416 (disponibile h24 e 7 giorni su 7, con risponditore automatico), che fornirà tutte le informazioni riguardanti la spedizione.

 

Bollettini prestampati rinnovo patente

Passiamo ora ai bollettini prestampati. Potete trovarli presso qualsiasi ufficio postale, oppure negli uffici della Motorizzazione. Per il primo bollettino va fatto un versamento di 10,20 euro sul conto corrente 9001 del Dipartimento dei Trasporti Terrestri. Per quanto riguarda la compilazione, vanno inseriti i propri dati personali negli appositi spazi, più la cifra da pagare. Se avete difficoltà nella compilazione, potete farvi aiutare da un addetto dell’ufficio, che vi dirà dove inserire i dati in modo da non commettere errori.

Il secondo bollettino prevede un versamento di 16 euro sul conto corrente 4028 della Motorizzazione. Anche in questo caso, bisogna solo inserire i propri dati (nome, cognome, indirizzo di residenza e numero del documento d’identità), oltre alla cifra da pagare, che ammonta a 16 euro (spesso molti vanno in confusione quando viene chiesto di inserire il “codice causale”: nessun problema, in quella casella non va scritto nulla).

Il pagamento dei bollettini di conto corrente postale relativi alle pratiche automobilistiche può essere svolto anche attraverso il circuito bancario, dunque anche da casa. Per fare ciò è indispensabile andare sul Portale dell’Automobilista, registrarsi e pagare online i bollettini. Tuttavia, non tutte le banche sono abilitate e prima di pagare è bene consultare l’elenco degli istituti di credito che hanno aderito alla Convenzione con Poste Italiane regolante il servizio di pagamento dei bollettini di conto corrente postale.

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati