Mazda MX-5 Grand Tour: sei esemplari per una serie speciale [FOTO]

E' spinta dal motore 2.0 litri da 160 cavalli

Mazda MX-5 Grand Tour - La prima delle tre serie speciali dedicate alla roadster del marchio giapponese è stata svelata al pubblico: è dedicata ai grandi viaggi e verrà prodotta esclusivamente in sei esemplari, con motore 2.0 litri da 160 CV

Dopo aver annunciato nei giorni scorsi l’arrivo di tre serie speciali, è tempo di svelare la prima: la Mazda MX-5 Grand Tour. Si tratta di un’edizione limitata per la roadster più venduta al mondo, esclusivamente in sei esemplari, con la possibilità già da oggi di prenotarne uno. E’ un modello dedicato al “piacere del viaggio” e la vettura è stata studiata per percorrere lunghe distanze, senza porsi limiti. E’ spinta esclusivamente dal motore 2.0 litri da 160 CV con sistema i-stop e sistema di recupero dell’energia in frenata i-Eloop, abbinato al cambio manuale a sei rapporti.

La Mazda MX-5 Grand Tour è caratterizzata dalla carrozzeria Machine Gray, con capote in tessuto e frangivento trasparente in plexiglass. Sul posteriore è installato un esclusivo portapacchi in fibra di carbonio con cinghie di fissaggio e valigia dedicata Mazda, prodotta da Moncabas, per estendere la capacità di carico. All’interno dell’abitacolo, troviamo i rivestimenti interni in esclusiva pelle Nappa Brown, in abbinamento al colore carrozzeria, per rendere la vettura elegante e sportiva allo stesso tempo.

Questa è solamente la prima serie speciale dedicata alla Mazda MX-5, mentre le altre due verranno rivelate solamente prossimamente. La seconda sarà dedicata ai puristi della meccanica, della guida e della cura del dettaglio, mentre la terza ed ultima sarà rivolta a chi cerca maggiormente un aspetto fashion ed il tratto più edonista della roadster dalle linee sinuose. Per questi ulteriori modelli, però, servirà attendere ancora un po’ di tempo. Nel frattempo, tutti gli appassionati possono provare ad acquistare la MX-5 Grand Tour, anche se con soli sei esemplari dovranno affrettarsi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati