Volkswagen: parcheggio autonomo dal 2020

La tecnologia viene attualmente testata ad Amburgo

Volkswagen - La casa tedesca sta testando all'aeroporto di Amburgo un sistema di parcheggio autonomo, che punta a rendere disponibile di serie a partire dal 2020. Si tratta di una tecnologia in grado di lasciare direttamente alla vettura la ricerca di un parcheggio libero.
Volkswagen: parcheggio autonomo dal 2020

La guida autonoma, come abbiamo detto già numerose volte, è il futuro del mondo automotive e, in attesa della vettura che guida da sola, aumentano sempre più le tecnologie per aiutare chi è al volante. Uno dei prossimi passi è il parcheggio autonomo e Volkswagen sta testando all’aeroporto di Amburgo un sistema sulle proprie auto, per farlo diventare di serie sui propri modelli a partire dal 2020. “Attualmente, le persone trascorrono circa il 30% del loro tempo al volante nelle aree urbane in cerca di un parcheggio – le parole di Johann Jungwirth, Chief Digital Officer di Volkswagen – Un parcheggio autonomo come questo, è un passo importante verso la guida autonoma”.

La casa tedesca non è l’unica impegnata in questo tipo di ricerca ma, quanto riferito dai portavoce del gruppo, parla di una tecnologia unica. Questa si basa su una mappa del parcheggio che, in combinazione con un sistema attivo di riconoscimento della zona, consente ai sistemi autonomi di navigare il veicolo verso un parcheggio libero. Questo significa che, tra qualche anno, un automobilista arrivato a destinazione, potrà lasciare la ricerca del parcheggio direttamente alla vettura. Anche se, inizialmente, sarà disponibile solamente nei parcheggi a più piani.

Volkswagen non ha ancora rilasciato i dettagli tecnici di questa nuova tecnologia, essendo ancora in fase di test, ma la volontà è, appunto, di renderla di serie tra un paio d’anni. Tra le altre case, anche Ford è impegnata in una ricerca molto simile, seppur non in un vero e proprio parcheggio autonomo. Il marchio dell’Ovale Blu sta lavorando ad una tecnologia con mappa in tempo reale dei parcheggi vuoti ai conducenti, in modo da non dover perdere tempo a cercarne uno.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati