Ford Kuga: le prime FOTO SPIA della nuova generazione

Il debutto è atteso per la fine del 2019

Ford Kuga - I tecnici dell'Ovale Blu sono al lavoro sulla prossima generazione del SUV, che sarà più lungo e grande del modello attuale, con anche una versione a sette posti. Riprenderà alcuni dettagli estetici della Ford Focus Active, la presentazione è attesa per la parte finale del 2019.

La nuova Ford Kuga è ancora piuttosto lontana, visto che la presentazione dovrebbe avvenire solamente nella parte finale del 2019 (anche se non è escluso possa esserci un debutto precedente negli Stati Uniti con la denominazione Escape), ma i tecnici dell’Ovale Blu sono già al lavoro sulla prossima generazione, come dimostrano queste foto spia scattate dal nostro fotografo. Il rinnovato SUV sarà più lungo e grande, rispetto al precedente, ed avrà una versione a 7 posti, con la volontà di rivaleggiare con modelli tipo la Skoda Kodiaq o la Volkwagen Tiguan Allspace.

Queste immagini mostrano un prototipo molto camuffato, ma comunque sufficienti per dare alcune prime indicazioni: la nuova Kuga riprenderà alcuni aspetti del design della Ford Focus Active, soprattutto per quanto riguarda l’anteriore. Il profilo laterale presenta una linea di cintura che sale più gradualmente dal montante anteriore al montante C, mentre nel posteriore è presente un doppio terminale di scarico. Servirà aspettare i prossimi mesi per avere qualche dettaglio più preciso, con il camouflage destinato a diminuire, avvicinandosi sempre più alla presentazione.

Passando al lato tecnico, la Ford Kuga 2020 dovrebbe avere il tre cilindri 1.5 litri Ecoboost come motore di volume, con una potenza di circa 180 cavalli per il mercato europeo, ma sarà presente anche il quattro cilindri 2.0 litri Ecoboost come top di gamma. Il SUV dovrebbe essere disponibile esclusivamente con il nuovo cambio automatico a nove rapporti, mentre sono attese anche delle motorizzazioni ibride e ibride plug-in nell’ambito del processo di elettrificazione.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati