Ford SYNC 3: cos’è e come funziona l’infotainment di Ford

Un comodo compagno di viaggio da 8 pollici e con tanta "voglia di parlare"

Nuovo infotainment Ford SYNC 3 - Tra i sistemi di infotelematica più avanzati e semplici da utilizzare sulle auto, ottimizzato per la compatibilità con lo smartphone, diventa un compagno di viaggio indispensabile su qualsiasi vettura della gamma Ford.

Siamo ormai giunti in un’era dell’automobile in cui tutto si sta evolvendo, una realtà in continuo mutamento nella quale, se ci si dovesse distrarre per qualche istante, si verrebbe totalmente surclassati dalla tecnologia e dalle nuove invenzioni. Tecnologia appunto che sta sempre più diventando parte integrante della vettura sia al servizio della sicurezza, vedi ad esempio gli enormi passi avanti fatti in termini di sicurezza attiva e passiva ma anche al servizio del comfort, per rendere più piacevole e rilassante qualsiasi spostamento su quattro ruote. Con rilassante intendiamo proprio la totale assenza di preoccupazione e stress nel dover compiere qualsiasi azione, concentrandoci solamente sulla guida per fare in modo che il viaggio risulti più sicuro e meno impegnativo. Sarebbe bello riuscire a commissionare qualsiasi nostro desiderio o compito nelle mani di un assistente, sempre presente al nostro fianco, in grado di svolgere quelle azioni semplici e veloci, ma al tempo stesso noiose e un po stressanti. Ecco, il nuovo sistema di infotelematica SYNC 3 di Ford risulta uno dei compagni di viaggio più “colloquiali” e pratici che si possano trovare oggi sulle auto.

Un progetto che è giunto da poco alla sua terza declinazione, aggiornandosi di continuo per diventare uno dei migliori dispositivi ad oggi presenti sul mercato, tra i più intuitivi, chiari e facili da utilizzare, così da essere facilmente fruibile anche da coloro che non sono proprio degli smanettoni, per esempio gli anziani. All’accensione del veicolo infatti, si presenta con una chiara schermata principale suddivisa in 3 macro quadranti raffiguranti la Navigazione, la fonte audio prescelta e le informazioni circa la connettività con il nostro smartphone. Inferiormente rimangono i richiami all’ Audio, Telefono, Navigazione, App e infine le Impostazioni, con un comodo tasto con la casetta per rimandarci alla home principale. Sul comparto audio rimane ovvia la presenza della radio AM, FM, DAB e la possibilità di riprodurre le tracce audio provenienti dal nostro Smartphone attraverso connessione Bluetooth o USB. Smartphone, esatto, l’oggetto ormai più importante della nostra vita che non ci abbandona nemmeno in auto. O per lo meno, potremmo anche dimenticarcene. Esatto, perché la connettività e la sincronizzazione tra le applicazioni del nostro cellulare e il sistema SYNC 3 è così efficace e chiara che il nostro dispositivo potrebbe tranquillamente rimanere in borsa o in tasca, senza disturbarci alla guida. Ricordiamo che lo smartphone è recentemente diventata la causa n°1 degli incidenti sulle strade soprattutto urbane, ma non solo. Quindi, oltre a violare l’articolo 173 del codice della strada, rischiando multe salate e la sospensione della patente, si mette a repentaglio la vita propria e delle altre persone. Quindi meglio collegarlo tramite l’USB alle prese poste nel veicolo e godersi la possibilità di sincronizzare la schermata del nostro dispositivo, Android o iOS che esso sia, per vedere proiettate sull’infotainment le principali applicazioni che potrebbero esserci utili in marcia tramite l’App-Link: Messaggi, Whatsapp, Spotify, Chiamate ecc, così da non dover abbassare lo sguardo sul telefono. Si apriranno, a seconda del sistema operativo, Apple CarPlay o Android Auto e potrete ascoltare la vostra musica in tutta tranquillità o effettuare chiamate senza dover tenere lo smartphone alla mano. Oltre alla connessione tramite cavo USB è anche disponibile la connettività Bluetooth, con un’immediata sincronizzazione all’accensione del veicolo e particolarmente stabile nel mantenere la comunicazione. È vero, sono soluzioni già presenti da qualche anno sui veicoli di ultima generazione ma tra le varie chicche troviamo la lettura dei messaggi: il sistema rileva infatti i messaggi o Whatsapp in entrata e tramite l’assistente vocale vengono letti, potendone ascoltare il contenuto attraverso gli altoparlanti del veicolo.

I comandi vocali avanzati del SYNC 3 infatti, permettono il controllo di smartphone, impianto audio, navigatore e climatizzatore, e sono in grado di riconoscere forme ancora più semplici e naturali del linguaggio, rispondendo a richieste come ‘Ho voglia di un caffè’, ‘Devo fare rifornimento’ o ‘Trova un parcheggio’, per trovare e raggiungere rapidamente bar, distributori o parcheggi nelle vicinanze. Si può interagire quindi con esso come faremmo con una persona, per evitare di distrarci dalla guida. È possibile inoltre effettuare ricerche sul web e ottenere informazioni stradali circa il traffico, il tutto gestito tramite la SIM presente nel telefono senza dover sottoscrivere ulteriori abbonamenti. Sempre tramite la sincronizzazione con lo smartphone e grazie alle 14 lingue presenti all’interno del sistema, è possibile effettuare la chiamata di emergenza in diversi stati, comunicando eventualmente la propria posizione in automatico per richiedere soccorso o assistenza e sostenendo la comunicazione con il sistema viva voce di bordo.

Sempre tramite i comandi vocali, possiamo chiedere al sistema di condurci ad un determinato luogo ed esso, sulla base della nostra richiesta, imposterà il navigatore sulla meta desiderata. È comunque possibile immettere la destinazione a mano con il touchscreen del sistema, tra l’altro molto rapido e dall’ottima sensibilità, sfruttando quindi la ricerca intelligente One Destination. È infatti possibile digitare semplicemente il nome di un ristorante o parte del nome di una destinazione, che il sistema sfoglierà tutti gli indirizzi e i punti di interesse legati a ciò che avete scritto, evitando situazioni spiacevoli dovendo ricercare quindi l’indirizzo preciso di un hotel o di un qualsiasi punto di interesse. Questi saranno infatti moltissimi e sempre aggiornati perché il nuovo SYNC 3 sfrutta la Guida Michelin per sfogliare tra i vari POI (Points of Interests) presenti nel registro, potendo anche mettersi in contatto telefonicamente con essi attraverso il tasto dedicato. Raggiungere la nostra meta poi sarà più rapido e sicuro, perché il sistema riesce a rilevare la strada più veloce da intraprendere sulla base del traffico attualmente presente sul nostro percorso, senza perdere mai il segnale GPS e aggiornandosi di continuo e molto velocemente. Tra le varie funzionalità, è possibile inserire una meta intermedia attraverso il quale passare per personalizzare il tragitto: basterà selezionarla all’inizio o semplicemente strisciare il dito come faremmo sul nostro smartphone, stringendo le dita per allontanare lo zoom o allontanandole tra loro per zoommare sulla mappa.

Una praticità e una velocità del processore al pari di uno smartphone praticamente, sempre chiaro e facile da utilizzare in tutti i sottomenu e la tre le varie impostazioni con cui si può “giocare”. Bisogna anche considerare la grande attenzione che la casa dall’ovale blu ripone verso questo dispositivo, in costante sviluppo come testimoniano anche i frequenti pacchetti di aggiornamento facilmente installabili per rendere il nuovo SYNC 3 sempre al passo coi tempi. A nostro avviso quindi un optional del quale non si può fare a meno al volante di una Ford di ultima generazione, essendo infatti disponibile su quasi tutta la gamma dopo essere stato introdotto lo scorso anno sulla nuova Ford Kuga.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati