Veicoli commerciali: marzo in discesa, -3,5% in Italia

Ferrajoli: "Non desta preccupazione, ma il Governo..."

Mercato veicoli commerciali - Il mese di marzo ha fatto segnare un calo nelle vendite dei mezzi commerciali nel nostro Paese ed anche nel resto d'Europa. In Italia c'è preoccupazione principalmente per la situazione di incertezza politica.
Veicoli commerciali: marzo in discesa, -3,5% in Italia

Il mercato dei veicoli commerciali ed industriali in Italia ha subito una flessione, nell’ultimo mese di marzo: le immatricolazioni sono scese del 3,5% nel nostro Paese, rispetto allo stesso periodo del 2017, con un totale di 19.269 veicoli registrati. Un calo che si registra praticamente in tutti i segmenti: -4,7% per i veicoli commerciali leggeri e -4,8% per i pesanti, con l’unica eccezione del +0,5% dei medi. “I dati non sono positivi – le parole di Gianandrea Ferrajoli, vice presidente di Federauto – ma, di per sé, non desta preoccupazione lo scenario generale, in quanto i fondamentali economici dell’Italia sono i migliori dell’ultimo decennio”.

Tuttavia, non manca qualche motivo per vedere il bicchiere mezzo vuoto, soprattutto legato a quanto sta accadendo a Roma: “Ciò che impensierisce noi, i consumatori e tutti gli stakeholders è la forte incertezza derivante dal quadro politico. Tutto questo lo avevamo già previsto a febbraio, registrando un calo di ordinativi – ha concluso lo stesso Ferrajoli – Il settore attraversa una profonda trasformazione dettata dalle nuove tecnologie come LNG ed elettrico ed è indispensabile avere chiarezza sugli incentivi che l’eventuale Governo metterà a disposizione”.

Lo stesso discorso era stato fatto anche per quanto riguarda le autovetture, con il -5,7% fatto segnare il mese scorso ed un po’ di preoccupazione per l’incertezza politica nel nostro Paese. I numeri negativi, comunque, non arrivano solamente in Italia, ma anche il resto d’Europa ha fatto segnare un calo generale delle immatricolazioni. L’unica nazione ad avere un bilancio positivo è stata la Francia (+7,7%), mentre tutti gli altri mercati principali hanno fatto registrare il segno meno: Germania (-7,6%), Regno Unito (-5,9%) e Spagna (-1,9%).

Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati