Alfa Romeo Giulietta: riprendono quota le voci di un crossover, si prospetta anche un’Alfetta? [RENDERING]

Potrebbero essere introdotte anche le prime unità ibride

Alfa Romeo Giulietta e Alfetta – Nuovi rumors in vista dell'appuntamento del 1° giungo, l'Investor Day, relativi alle possibili novità marchiate con il Biscione
Alfa Romeo Giulietta: riprendono quota le voci di un crossover, si prospetta anche un’Alfetta? [RENDERING]

L’ipotesi che un’erede dell’attuale Alfa Romeo Giulietta possa essere un crossover non è nuova, così come non sono freschi i rumors legati a una futura ammiraglia. Prima dell’Investor Day, in programma il primo giugno al Balocco, continuano voci e supposizioni sulla potenziale conferma, evoluzione o sull’arrivo di modelli che rafforzerebbero l’attuale gamma del marchio lombardo.

Partendo da un’eventuale nuova Giulietta, le ipotesi di un radicale cambiamento hanno subito catturato l’attenzione. Si prospetta un crossover, considerando i rumors affiorati nell’ultimo periodo, modificando la natura stessa della vettura. La scelta potrebbe essere legata non solo alle nuove tendenze del mercato, ma anche alla base telaistica e al tipo di trazione impiegata. Tutte le ultime nate del Biscione sono basate sulla modulare piattaforma Giorgio e presentano tutte la trazione posteriore, con le sole eccezioni dei modelli Q4, sui quali la ripartizione della coppia è smistata anche verso le ruote anteriori, benché una percentuale maggiore continui a essere indirizzata verso il retrotreno.

Considerando l’interesse attorno allo Stelvio, a cui presto potrebbe essere affiancato un altro SUV in fase di sviluppo, l’introduzione di un possibile crossover al posto di una tradizionale berlina due volumi potrebbe fornire una nuova risposta alla clientela contemporanea. Utenti attratti da versatilità, funzionalità e sistemi tecnologici che sostengano la marcia e migliorino la stessa efficienza delle vetture, all’interno e fuori dalle città. In merito, la vociferata Giulietta potrebbe essere proposta anche con un’inedita propulsione ibrida. Prendendo spunto dall’esperienza accumulata dai tecnici di Ferrari, ma rielaborata e trasferita su vetture di larga serie considerando i costi.

Lo stesso tipo tecnologia potrebbe essere presente sulla vociferata Alfetta (se sarà confermato questo nome). In occasione del citato appuntamento del primo giugno, tra le prossime vetture annunciate potrebbe figurare anche una nuova ammiraglia. Seguirebbe in linea di successione la 166, colmando un’assenza che dura da diversi anni. L’ultima ammiraglia aggiornata risale al lontano 2004. Si ipotizzano unità motrici più potenti rispetto a quelle presenti sulle attuali Giulia e Stelvio, così come l’accennata adozione di una o più motorizzazioni ibride, sfruttando un sistema ERS. Per ora è doveroso il condizionale, valutando che sono diverse le voci riguardanti altrettante novità prospettate e accostate al marchio.

Rendering Giulietta: Masera
Rendering Alfetta: Renna Design

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Salvatore

    8 maggio 2018 at 12:07

    io ho un’Alfa 156 sportwagon q4 1.9jtd udite udite dopo 10 anni non producono più pazzi di ricambio.hahahahhahhah posso andare a distruggere la macchina.vergognaaaaaaaaaaa non si trovano più in commercio in nessun modo gli ammortizzatori e altrooooooooo.

Articoli correlati