Veicoli elettrici: UPS consegna a zero emissioni a Londra e Parigi

Saranno operativi entro la fine del 2018

UPS - Il famoso corriere americano ha stretto una partnership per la realizzazione di 35 veicoli elettrici per effettuare le consegne a zero emissioni a Londra e Parigi. I mezzi avranno un'autonomia di 240 chilometri e saranno operativi entro la fine del 2018.
Veicoli elettrici: UPS consegna a zero emissioni a Londra e Parigi

L’elettrificazione del mondo dei trasporti non vale solo per i privati, ma anche per le aziende. Chi si muove maggiormente sono i corrieri, come UPS, che ha stretto una partnership con l’azienda inglese Arrival per lo sviluppo di una flotta di 35 veicoli elettrici per la consegna a Londra e Parigi. I mezzi dovrebbero essere operativi piuttosto presto, entro la fine del 2018, ed avranno una batteria che consentirà un’autonomia di circa 240 chilometri (150 miglia): dunque una percorrenza sufficiente per il lavoro quotidiano di un corriere, potendoli sfruttare al massimo e poi ricaricarli a fine turno.

Questi veicoli non saranno solamente a zero emissioni, ma disporranno anche di avanzate tecnologie di assistenza alla guida ADAS per rendere la marcia più sicura. Per questo motivo, saranno anche dotati di un grande parabrezza panoramico, offrendo così al conducente maggiore visibilità. “Siamo entusiasti di collaborare con UPS – le parole di Denis Sverdlov, amministratore delegato di Arrival – per creare un veicolo di consegna economico, modulare e completamente elettrico progettato per rendere le consegne nelle nostre frenetiche città pulite e silenziose”.

Londra e Parigi non saranno le prime città dove UPS consegna a zero emissioni, visto che sono già presenti oltre 300 veicoli elettrici e quasi 700 ibridi in Europa e negli Stati Uniti, ma questi nuovi mezzi avranno un range operativo molto superiore rispetto a quelli precedenti. Inoltre, l’azienda di corrieri ha prenotato, nei mesi scorsi, ben 125 truck elettrici Tesla Semi per i propri trasporti. UPS intende rinnovare la sua flotta veicoli ed espandere, all’interno della stessa, la presenza di veicoli ad alimentazione alternativa per ridurre le emissioni inquinanti prodotte sulle strade di tutto il mondo.

Leggi altri articoli in Auto elettriche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati