Aston Martin Vantage: il nuovo modello va in produzione

La fabbrica di Gaydon accoglie la nuova supercar

Aston Martin ha dato il via alla produzione della sua nuova supercar nell'impianto di Gaydon: la nuova Vantage è chiamata a replicare il successo della precedente generazione
Aston Martin Vantage: il nuovo modello va in produzione

La nuova vita dell’Aston Martin Vantage è entrata finalmente nel vivo: dopo la presentazione avvenuta nello scorso mese di novembre, la nobile casa costruttrice inglese ha fatto sapere di aver iniziato la produzione della sua nuova supercar. In tal contesto lo stabilimento di Gaydon è diventato lo scenario perfetto per una breve ma sentita cerimonia che ha avuto l’onore e l’onere di celebrare il via alla produzione della nuova nata.

La cerimonia, cha ha avuto il suo clou nell’immancabile foto di rito, ha ufficialmente sancito l’ingresso della nuova Vantage nel mercato delle supercar. A tal riguardo Aston Martin ha dichiarato che le prime consegne della nuova V8 inizieranno entro la fine di questo mese quando diversi clienti, che già avevano sottoscritto anzitempo un contratto di acquisto della nuova Vantage, potranno mettersi in garage un esemplare dotato del potente propulsore di origine AMG V8 4.0 biturbo da 510 cv di potenza e 685 Nm di coppia.

La nuova generazione di Vantage ha un obiettivo commerciale molto sentito in casa Aston Martin: innanzitutto confermare e successivamente superare il successo di vendite della precedente generazione di Vantage che a conti fatti si è dimostrato il modello più venduto di sempre nella storia della casa costruttrice con base a Gaydon. Nello specifico, la “vecchia” Vantage sarà ancora costruita nella fabbrica di Gaydon e prima della definitiva uscita di produzione, Aston Martin provvederà alla produzione di sei coupè e sei roadster della precedente generazione equipaggiandole con il poderoso V12 da 600 cv: l’inedita versione denominata V600 rappresenterà il canto del cigno della precedente Vantage che poi passerà definitivamente il testimone alla nuova nata.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati