Maserati: il prossimo modello potrebbe essere un SUV più compatto [RENDERING]

Rumors in vista dell'Investor Day

Maserati – Per ora non trapela alcun nome, ma solo ipotesi. Tra le diverse novità programmate dal Gruppo FCA, ci sarebbe anche un nuovo SUV marchiato Maserati e imparentato con lo Stelvio di Alfa Romeo
Maserati: il prossimo modello potrebbe essere un SUV più compatto [RENDERING]

Si vocifera di un nuovo Sport Utility Vehicle contrassegnato da Maserati. Un modello più compatto, rispetto all’attuale Levante, che potrebbe condividere base e soluzioni tecniche del noto Alfa Romeo Stelvio.

Il supposto modello, sul quale al momento trapelano solo rumors, sarebbe presente tra le vetture che potrebbero essere anticipate in occasione dell’Investor Day del Gruppo FCA, previsto al Balocco il prossimo primo giugno. Non trapelano nomi, a parte indiscrezioni su alcuni dei modelli che potrebbero arricchire la gamma dei diversi marchi. Una delle ipotesi riguarda proprio Maserati. Dopo il Levante, la casa del Tridente potrebbe dare spazio a un probabile Ponente. Un’opzione che consentirebbe di associare il nome di un altro vento, in questo caso quello che spira da ovest contrapposto appunto al già citato Levante, rimarcando la predilezione della casa emiliana per queste denominazioni. Del resto, il simbolo del costruttore rimanda alla mitologica figura di Nettuno. L’antica divinità nota non solo come dio dei mari, ma anche delle flussi d’aria.

Assieme alla piattaforma modulare “Giorgio”, la stessa su cui poggiano le Alfa Romeo Giulia e Stelvio, l’ipotetico SUV compatto del Tridente potrebbe condividere con il citato veicolo del Biscione anche le unità motrici. Nello specifico: sotto il cofano figurerebbero le varianti del 2.0 litri Turbo alimentato a benzina da 200 o 280 cavalli e anche i Diesel da 2.2 litri nelle differenti specifiche da 180 e 210 cavalli. Questi motori potrebbero essere legati solo a trasmissioni automatiche e a un sistema di trazione Q4. Tra le ipotesi non mancherebbe la possibilità di un’alternativa mild-hybrid, all’interno delle futura proposta, così come potrebbe essere collocato al vertice un modello ad elevate prestazioni spinto dal vulcanico V6 di 2.9 litri da 510 cavalli. Quello che anima già lo Stelvio Quadrifoglio. In ogni caso è bene sottolineare che, trattandosi di supposizioni, per ora è necessario l’uso del condizionale.

L’eventuale nuovo SUV di Maserati potrebbe essere assemblato negli stabilimenti di Mirafiori, sostituendo all’interno delle riconvertite linee produttive la più compatta Alfa Romeo MiTo.
Alla luce delle possibili caratteristiche, si immagina un mezzo caratterizzato da linee sportive ma allo stesso tempo, come da tradizione, eleganti. Si suppone anche un’evidente parentela stilistica con l’attuale Levante, sebbene caratterizzato da dettagli identificativi.

Rendering: LACO Design

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. mario

    25 maggio 2018 at 21:30

    IL RENDERING NON MI PIACE PER NIENTE !!! Se fosse così, non mi interesserebbe !!!

Articoli correlati

Maserati: il prossimo modello potrebbe essere un SUV più compatto [RENDERING]

Rumors in vista dell'Investor Day

di 25 maggio, 2018
Maserati – Per ora non trapela alcun nome, ma solo ipotesi. Tra le diverse novità programmate dal Gruppo FCA, ci sarebbe anche un nuovo SUV marchiato Maserati e imparentato con lo Stelvio di Alfa Romeo
Maserati: il prossimo modello potrebbe essere un SUV più compatto [RENDERING]

Si vocifera di un nuovo Sport Utility Vehicle contrassegnato da Maserati. Un modello più compatto, rispetto all’attuale Levante, che potrebbe condividere base e soluzioni tecniche del noto Alfa Romeo Stelvio.

Il supposto modello, sul quale al momento trapelano solo rumors, sarebbe presente tra le vetture che potrebbero essere anticipate in occasione dell’Investor Day del Gruppo FCA, previsto al Balocco il prossimo primo giugno. Non trapelano nomi, a parte indiscrezioni su alcuni dei modelli che potrebbero arricchire la gamma dei diversi marchi. Una delle ipotesi riguarda proprio Maserati. Dopo il Levante, la casa del Tridente potrebbe dare spazio a un probabile Ponente. Un’opzione che consentirebbe di associare il nome di un altro vento, in questo caso quello che spira da ovest contrapposto appunto al già citato Levante, rimarcando la predilezione della casa emiliana per queste denominazioni. Del resto, il simbolo del costruttore rimanda alla mitologica figura di Nettuno. L’antica divinità nota non solo come dio dei mari, ma anche delle flussi d’aria.

Assieme alla piattaforma modulare “Giorgio”, la stessa su cui poggiano le Alfa Romeo Giulia e Stelvio, l’ipotetico SUV compatto del Tridente potrebbe condividere con il citato veicolo del Biscione anche le unità motrici. Nello specifico: sotto il cofano figurerebbero le varianti del 2.0 litri Turbo alimentato a benzina da 200 o 280 cavalli e anche i Diesel da 2.2 litri nelle differenti specifiche da 180 e 210 cavalli. Questi motori potrebbero essere legati solo a trasmissioni automatiche e a un sistema di trazione Q4. Tra le ipotesi non mancherebbe la possibilità di un’alternativa mild-hybrid, all’interno delle futura proposta, così come potrebbe essere collocato al vertice un modello ad elevate prestazioni spinto dal vulcanico V6 di 2.9 litri da 510 cavalli. Quello che anima già lo Stelvio Quadrifoglio. In ogni caso è bene sottolineare che, trattandosi di supposizioni, per ora è necessario l’uso del condizionale.

L’eventuale nuovo SUV di Maserati potrebbe essere assemblato negli stabilimenti di Mirafiori, sostituendo all’interno delle riconvertite linee produttive la più compatta Alfa Romeo MiTo.
Alla luce delle possibili caratteristiche, si immagina un mezzo caratterizzato da linee sportive ma allo stesso tempo, come da tradizione, eleganti. Si suppone anche un’evidente parentela stilistica con l’attuale Levante, sebbene caratterizzato da dettagli identificativi.

Rendering: LACO Design

http://www.motorionline.com/2018/05/25/maserati-il-prossimo-modello-potrebbe-essere-un-suv-piu-compatto-rendering/