Batteria auto: come controllarla in modo facile e veloce

In nostro aiuto arriva il multimetro

La batteria accumula una grande quantità di elettricità che viene poi utilizzata per far funzionare tutte le componenti elettriche della macchina. Ecco come controllarla in modo rapido e semplice
Batteria auto: come controllarla in modo facile e veloce

Con la batteria dell’auto scarica non si va da nessuna parte, per cui cerchiamo di risolvere il problema a monte, provando cioè a controllarla in modo facile e veloce per evitare che si guasti.

Ricordiamo infatti che la batteria (detta anche “accumulatore”) può scaricarsi per via di rotture meccaniche, solfatazione delle piastre o livelli di elettrolito troppo bassi, ma a metterla fuori combattimento potremmo anche pensarci noi con la nostra sbadataggine (ad esempio parcheggiando l’auto e dimenticandoci di spegnere i fari o lasciare accesa per troppo tempo la luce di cortesia).

 

Controllo batteria auto

Per controllare velocemente la carica della nostra batteria auto ci viene in aiuto il multimetro (altrimenti detto “tester multimetro”). Trattasi di uno strumento che misura più valori di una sorgente di energia elettrica, ad esempio la tensione elettrica continua, la resistenza elettrica, la corrente elettrica continua o la frequenza. In commercio se ne trovano anche di economici e, addirittura, la tecnologia odierna è arrivata a produrre multimetri che calcolano la tensione e il voltaggio della batteria semplicemente collegandoli alla presa usb, mostrando su display il livello di carica. Al centro del multimetro vi è un selettore, che serve per scegliere e selezionare il grado di tensione della corrente.

Per il controllo della batteria basta collegare i cavi al multimetro (positivo su positivo e negativo su negativo). Dopodiché si aziona il multimetro spostando la manopola da “off” al quadrante per la misurazione di una carica da 12v, so prendono i terminali e li si collega alla batteria (sempre positivo con positivo e negativo con negativo). A questo punto il display dovrebbe riportare un valore, Solitamente, una batteria nuova a motore spento riporta valori tra i 12.70 volt ed i 13.00 volt, mentre batterie più vecchie riportano valori più bassi come 12.40 volt. La situazione cambia a motore acceso, in cui i valori riportati sono molto più alti (14.00 volt o anche più), grazie al fatto che l’alternatore dell’auto trasferisce energia alla batteria.

In parole povere, valori bassi di un multimetro sono indicativi di una batteria scarica e che necessita di accorgimenti come:
– utilizzare pochi dispositivi mentre si è in auto, specie se a motore spento;
– far caricare la batteria dall’alternatore prima di spegnere l’auto;
– non lasciare la batteria ferma per lunghi periodi. Se invece i valori sono inferiori a 12 vol ad auto spenta e la batteria è molto vecchia, non c’è nulla da fare se non cambiarla definitivamente.

 

Batteria auto: durata e come evitare che si scarichi

Dato che prevenire è meglio che curare, cerchiamo quantomeno di appendere qualche nozione base sulla manutenzione della batteria. Su di essa è buona norma eliminare la polvere e i prodotti della corrosione dai poli e dai morsetti, perché potrebbero influire sulla potenza. Inoltre, nel caso osserviate dei segni corrosivi scollegate la batteria, rimuovete i morsetti e spazzolate poli e morsetti con una soluzione diluita di bicarbonato di sodio e acqua, dopodiché applicate del grasso per i poli prima di ricollegare il tutto.
Durante l’anno controllate periodicamente il voltaggio. Se quest’ultimo scende al di sotto dei 12.4 volt, ricaricate la batteria

Ma quant’è la durata della batteria auto? Come avete appreso finora essa dipende da molti fattori, ma in genere non si estende mai oltre i 4-5 anni e già dopo 3 anni potrebbe cedere e lasciarvi, purtroppo, a piedi.

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati