Vittime della strada: in aumento nei mesi esistivi con più giovani al volante

Oltre il 14% in più che nel resto dell'anno, come rivela una ricerca statistica statunitense

Vittime della strada nei mesi esistivi - Una ricerca condotta dal' AAA Foundation for Traffic Safety ha rivelato come negli USA, durante i mesi estivi, le vittime della strada che interessano un giovane adolescente siano in netta crescita rispetto agli altri mesi dell'anno, con un fenomeno che continua a crescere con il passare degli anni.
Vittime della strada: in aumento nei mesi esistivi con più giovani al volante

Come ogni anno, con l’arrivo dell’estate, l’anno accademico delle scuole sta per terminare e i ragazzi, per rilassarsi dai mesi passati sui banchi di scuola ovviamente stanno per tornare a rendere le proprie serate estive decisamente più movimentate che nel resto dell’anno. Sembra però manifestarsi un fenomeno abbastanza curioso ma al tempo stesso drammatico. Un ente statunitense, l’AAA Foundation for Traffic Safety afferma che nei fatidici “100 deadliest days” che attraversano l’estate da inizio giugno fino a metà settembre si sarebbe verificato, ripetutamente negli anni, un decisivo incremento delle vittime della strada. Lo studio è stato ovviamente condotto principalmente in America, ma non escludiamo possa interessare anche il resto del mondo, quindi anche il nostro bel paese. C’è anche da sottolineare però che negli States, la patente risulta essere già disponibile a 16 anni, 2 anni in meno rispetto a ciò che il nostro codice della strada permette. Quindi probabilmente questa disparità legislativa influisce notevolmente su questo esame statistico che comunque tende a farci notare come la spensieratezza e la disattenzione giovanile possano essere una delle maggiori cause degli incidenti, soprattutto estivi.

Tornando però ai dati, nel 2016 la ricerca condotta ha evidenziato come nei mesi estivi le vittime causate da un incidente in cui è stato coinvolto almeno un giovane ammontano alla bellezza di 1056.  Prendendo come arco di tempo questi fatidici 100 gironi, significherebbe più di 10 vittime al giorno causate da un adolescente, il che è abbastanza preoccupante come dato, considerando che è oltre il 14% più alto rispetto al resto dell’anno. La notte risulta ovviamente il momento più pericoloso della giornata, segnando oltre il 36% dei decessi totali causati da un giovane tra le 21:00 e le 5:00 di mattina. Rispetto al resto dell’anno poi, l’AAA afferma che l’aumento di decessi notturni nei mesi estivi è del 22% più alto che nel resto dell’anno. Sempre parlando di dati, oltre il 29% degli incidenti che coinvolgo un adolescente sembrano essere legati al fattore velocità, con una conseguente perdita di controllo della vettura per aver superato in modo eccessivo i limiti del codice della strada.

AAA Foundation afferma che il modo migliore per ridurre il numero di incidenti è garantire agli adolescenti una buona istruzione e una formazione adeguata. L’organizzazione incoraggia anche i genitori ad essere coinvolti e parlare ai propri figli cercando di istruire e quindi evitare i comportamenti a rischio, assumendo perciò delle precauzioni extra quando si guida di notte.

Leggi altri articoli in Circolazione stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Vittime della strada: in aumento nei mesi esistivi con più giovani al volante

Oltre il 14% in più che nel resto dell'anno, come rivela una ricerca statistica statunitense

di 6 giugno, 2018
Vittime della strada nei mesi esistivi - Una ricerca condotta dal' AAA Foundation for Traffic Safety ha rivelato come negli USA, durante i mesi estivi, le vittime della strada che interessano un giovane adolescente siano in netta crescita rispetto agli altri mesi dell'anno, con un fenomeno che continua a crescere con il passare degli anni.
Vittime della strada: in aumento nei mesi esistivi con più giovani al volante

Come ogni anno, con l’arrivo dell’estate, l’anno accademico delle scuole sta per terminare e i ragazzi, per rilassarsi dai mesi passati sui banchi di scuola ovviamente stanno per tornare a rendere le proprie serate estive decisamente più movimentate che nel resto dell’anno. Sembra però manifestarsi un fenomeno abbastanza curioso ma al tempo stesso drammatico. Un ente statunitense, l’AAA Foundation for Traffic Safety afferma che nei fatidici “100 deadliest days” che attraversano l’estate da inizio giugno fino a metà settembre si sarebbe verificato, ripetutamente negli anni, un decisivo incremento delle vittime della strada. Lo studio è stato ovviamente condotto principalmente in America, ma non escludiamo possa interessare anche il resto del mondo, quindi anche il nostro bel paese. C’è anche da sottolineare però che negli States, la patente risulta essere già disponibile a 16 anni, 2 anni in meno rispetto a ciò che il nostro codice della strada permette. Quindi probabilmente questa disparità legislativa influisce notevolmente su questo esame statistico che comunque tende a farci notare come la spensieratezza e la disattenzione giovanile possano essere una delle maggiori cause degli incidenti, soprattutto estivi.

Tornando però ai dati, nel 2016 la ricerca condotta ha evidenziato come nei mesi estivi le vittime causate da un incidente in cui è stato coinvolto almeno un giovane ammontano alla bellezza di 1056.  Prendendo come arco di tempo questi fatidici 100 gironi, significherebbe più di 10 vittime al giorno causate da un adolescente, il che è abbastanza preoccupante come dato, considerando che è oltre il 14% più alto rispetto al resto dell’anno. La notte risulta ovviamente il momento più pericoloso della giornata, segnando oltre il 36% dei decessi totali causati da un giovane tra le 21:00 e le 5:00 di mattina. Rispetto al resto dell’anno poi, l’AAA afferma che l’aumento di decessi notturni nei mesi estivi è del 22% più alto che nel resto dell’anno. Sempre parlando di dati, oltre il 29% degli incidenti che coinvolgo un adolescente sembrano essere legati al fattore velocità, con una conseguente perdita di controllo della vettura per aver superato in modo eccessivo i limiti del codice della strada.

AAA Foundation afferma che il modo migliore per ridurre il numero di incidenti è garantire agli adolescenti una buona istruzione e una formazione adeguata. L’organizzazione incoraggia anche i genitori ad essere coinvolti e parlare ai propri figli cercando di istruire e quindi evitare i comportamenti a rischio, assumendo perciò delle precauzioni extra quando si guida di notte.

http://www.motorionline.com/2018/06/06/vittime-della-strada-in-aumento-nei-mesi-esistivi-con-piu-giovani-al-volante/