Michelin: sempre più vicina la produzione di pneumatici da oltre 480 km/h

Bisogna infrangere il muro delle 300 miglia orarie

Pneumatici Michelin da oltre 480 km/h - La corsa alle folli velocità non si arresterà mai. da una sfida a 2 tra Koenigsegg e Bugatti, ritorna di gran carriera anche Hennessey con la futura Venom F5: Michelin riuscirà a stare al passo delle sempre crescenti performance?
Michelin: sempre più vicina la produzione di pneumatici da oltre 480 km/h

Per i fanatici delle hypercar e delle velocità, non sarò certo complicato ricordarsi dell’ultimo record di velocità per auto da strada che è stato siglato recentemente dell’assurda Koenigsegg Agera RS che ha fatto registrare una velocità massima di 447,18 km/h, battendo il precedente record della Bugatti Veyron Supersport di 431 km/h. È abbastanza logico pensare che con il passare degli anni questi valori continueranno a crescere sempre di più nonostante ad oggi, il limite maggiore sia comunque rappresentato dalla resistenza che possono garantire i pneumatici. Basti pensare che la nuova Bugatti Chiron dotata di un W16 quadri turbo 8.0 litri da quasi 1500 CV è limitata elettronicamente a “solo” 420 km/h, mentre potrebbe quasi sicuramente avvicinarsi al record già realizzato dalla rivale svedese. La corsa ad oggi è rappresentata dalle fatidiche 300 miglia orarie, che tramutate nella nostra unità di misura equivalgono a circa 480 km/h, una velocità non follemente lontana da quella registrata dall’Agera RS ma comunque davvero ardua da raggiungere, date le difficoltà soprattutto aerodinamiche che crescono in maniera esponenziale all’aumentare della velocità. Chiunque dovesse siglare per primo questo record si aggiudicherebbe una bella nomina, un grandissimo vanto e un ottimo vantaggio verso le rivali che gli garantirebbe un notevole successo.

Come vi avevamo già accennato a Marzo con il nostro servizio sulla spaziale Hennessey Venom F5, il produttore e tuner texano è seriamente interessato ad infrangere la fatidica barriera delle 300 miglia orarie con la sua futura creazione, come ci ha anche rivelato un rappresentante allo stand di Hennessey proprio al salone: “questo è un obiettivo focale per la nostra società, per il nostro fondatore e tutti i nostri stakeholders. Ne andrà del futuro dell’azienda“. Hennessey non ha ancora rilasciato particolari dettagli sulla vettura, tuttavia sappiamo a grandi linee le cifre, limitandone la produzione a soli 24 unità, di cui la metà riservate agli States e la vettura sarà equipaggiata con un V8 sovralimentato ( non si sa ancora con certezza se i turbo saranno due o più) da oltre 1600 CV per un peso inferiore ai 1360 kg ed un coefficiente di resistenza inferiore a 0,33.

Come accennato quindi, l’unico ostacolo che si interpone tra la potenza delle vetture e la realizzazione del record è solamente il contatto diretto con la strada, quindi gli pneumatici che ultimamente stanno subendo un processo di evoluzione mai visto prima, per cercare di stare dietro alle continue richieste dei produttori e alle performance sempre maggiori dei nuovi bolidi da strada. Michelin ha già sviluppato i pneumatici per Koenigsegg e Bugatti, capaci di resistere determinate velocità, ma il produttore francese ha anche affermato che per garantire totale sicurezza nello step successivo fino alle 300 miglia orarie sarà necessario un altro upgrade, perché i prodotti oggi forniti non riuscirebbero ad essere totalmente sicuri sotto a quelle sollecitazioni. Tuttavia il direttore di prodotto Michelin Eric Schmedding ha voluto rassicurare gli scettici dicendo: “stiamo lavorando costantemente per migliorare i nostri prodotti. Presto busseremo alla porta delle 300 miglia orarie, senza fermare il nostro processo di miglioramento“. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati