Porsche 718 Boxster Spyder: nuova occhiata a un esemplare di prova [FOTO SPIA]

Si parla di un motore aspirato ripreso dalla GT3

Porsche 718 Boxster Spyder – Immortalata nuovamente una vettura di prova della prossima Spyder, legata alla recente serie 718. Sotto il cofano figurerebbe un aspirato, diversamente dal resto della gamma

La capote è abbassata questa volta. Si nota bene la particolare zona posteriore, quell’area che caratterizza e distingue la nuova Porsche 718 Boxster Spyder. Un modello esclusivo e particolare che, a differenza delle recenti 718, sarebbe spinto ancora da un propulsore aspirato.

In base ai rumors e alle ipotesi affiorate sino ad ora, le qualità stradali della nuova Spyder sarebbero riconducibili non solo a una potenza corposa, ma anche a un peso maggiormente contenuto se confrontato con quello di una tradizionale 718 Boxster. Il frutto di una ottimizzata combinazione tra un rapporto massa/spinta funzionale in chiave dinamica, oltre all’innesto di materiali leggeri come per esempio l’impiego di specifici sedili sportivi alleggeriti e ruote meno pesanti.

Il debutto potrebbe avvenire entro l’anno, probabilmente nella parte finale. Si parla sempre di una vettura in fase di sviluppo, nonostante appaia già abbastanza definita notando queste foto. Lo si deduce da una carrozzeria scura, che sembra priva di vistose coperture. Sulla zona posteriore si nota la presenza di un sensore o quantomeno un’apparecchiatura attaccata in prossimità del caratteristico cofano. Proprio questo, il peculiare custode della copertura in tela, rende riconoscibile e differente questa 718 Boxster Spyder da una normale Boxster, ispirata in parte a quanto fatto sulla più esclusiva 918 Spyder. Anche la configurazione frontale, in particolare l’elemento che definisce le prese d’aria, ricorda la potentissima hypercar tedesca. Peculiari sono poi: la sezione superiore della copertura a doppia gobba, pensata assieme all’accennato tettuccio in tela, così come il pronunciato spoiler posteriore e l’elaborata zona sottostante, che abbraccia i due terminali di scarico.

Tra le varie voci spicca soprattutto quella che sottolinea la presenza di un motore aspirato e non turbo-compresso, come quello presente su ogni modello 718 (comprese le versioni GTS). La precedente Boxster Spyder era equipaggiata proprio da un aspirato, un sei cilindri boxer di 3.8 litri da 375 cavalli. Ora l’unità candidata è una similare a quella collocata sotto il cofano dell’ultima 911 GT3. Quindi ancora una volta un voluminoso e potente boxer sei cilindri di 4.0 litri, ma depotenziato nell’occasione rispetto ai 500 cavalli espressi per la citata GT3. I cavalli potrebbero essere almeno 400 o forse più (si ipotizza persino un valore di 430), valutando il grado di forza della 718 Boxster GTS pari a 365 cavalli e generato dal compatto quattro cilindri boxer turbo di 2,5 litri, ripreso dalla versione S. A proposito delle 718 GTS, recentemente il tester Enrico Di Mauro ha provato le due differenti vetture, in occasione di un evento dedicato. L’articolo e il video della prova sono raggiungibili tramite questo link.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Porsche 718 Boxster Spyder: nuova occhiata a un esemplare di prova [FOTO SPIA]

Si parla di un motore aspirato ripreso dalla GT3

di 12 giugno, 2018
Porsche 718 Boxster Spyder – Immortalata nuovamente una vettura di prova della prossima Spyder, legata alla recente serie 718. Sotto il cofano figurerebbe un aspirato, diversamente dal resto della gamma

La capote è abbassata questa volta. Si nota bene la particolare zona posteriore, quell’area che caratterizza e distingue la nuova Porsche 718 Boxster Spyder. Un modello esclusivo e particolare che, a differenza delle recenti 718, sarebbe spinto ancora da un propulsore aspirato.

In base ai rumors e alle ipotesi affiorate sino ad ora, le qualità stradali della nuova Spyder sarebbero riconducibili non solo a una potenza corposa, ma anche a un peso maggiormente contenuto se confrontato con quello di una tradizionale 718 Boxster. Il frutto di una ottimizzata combinazione tra un rapporto massa/spinta funzionale in chiave dinamica, oltre all’innesto di materiali leggeri come per esempio l’impiego di specifici sedili sportivi alleggeriti e ruote meno pesanti.

Il debutto potrebbe avvenire entro l’anno, probabilmente nella parte finale. Si parla sempre di una vettura in fase di sviluppo, nonostante appaia già abbastanza definita notando queste foto. Lo si deduce da una carrozzeria scura, che sembra priva di vistose coperture. Sulla zona posteriore si nota la presenza di un sensore o quantomeno un’apparecchiatura attaccata in prossimità del caratteristico cofano. Proprio questo, il peculiare custode della copertura in tela, rende riconoscibile e differente questa 718 Boxster Spyder da una normale Boxster, ispirata in parte a quanto fatto sulla più esclusiva 918 Spyder. Anche la configurazione frontale, in particolare l’elemento che definisce le prese d’aria, ricorda la potentissima hypercar tedesca. Peculiari sono poi: la sezione superiore della copertura a doppia gobba, pensata assieme all’accennato tettuccio in tela, così come il pronunciato spoiler posteriore e l’elaborata zona sottostante, che abbraccia i due terminali di scarico.

Tra le varie voci spicca soprattutto quella che sottolinea la presenza di un motore aspirato e non turbo-compresso, come quello presente su ogni modello 718 (comprese le versioni GTS). La precedente Boxster Spyder era equipaggiata proprio da un aspirato, un sei cilindri boxer di 3.8 litri da 375 cavalli. Ora l’unità candidata è una similare a quella collocata sotto il cofano dell’ultima 911 GT3. Quindi ancora una volta un voluminoso e potente boxer sei cilindri di 4.0 litri, ma depotenziato nell’occasione rispetto ai 500 cavalli espressi per la citata GT3. I cavalli potrebbero essere almeno 400 o forse più (si ipotizza persino un valore di 430), valutando il grado di forza della 718 Boxster GTS pari a 365 cavalli e generato dal compatto quattro cilindri boxer turbo di 2,5 litri, ripreso dalla versione S. A proposito delle 718 GTS, recentemente il tester Enrico Di Mauro ha provato le due differenti vetture, in occasione di un evento dedicato. L’articolo e il video della prova sono raggiungibili tramite questo link.

http://www.motorionline.com/2018/06/12/porsche-718-boxster-spyder-nuova-occhiata-a-un-esemplare-di-prova-foto-spia/