Gruppo PSA: la nuova generazione di quattro cilindri benzina verrà sviluppata a Rüsselsheim

Sarà ottimizzata per l'abbinamento ai motori elettrici

Gruppo PSA - La nuova generazione dei motori quattro cilindri benzina del gruppo sarà sviluppata e prodotta a Russelsheim, nel famoso centro tecnico di Opel. Sarà ottimizzata per il funzionamento in abbinamento ai motori elettrici.
Gruppo PSA: la nuova generazione di quattro cilindri benzina verrà sviluppata a Rüsselsheim

Dopo l’acquisizione di Opel, il Gruppo PSA ha optato per il centro tecnico di Russelsheim per lo sviluppo e la realizzazione della nuova generazione di quattro cilindri benzina. Quest’ultima sarà ottimizzata per funzionare in abbinamento ai motori elettrici e sarà utilizzata nel sistema di trazione dei veicoli ibridi. I motori saranno lanciati nel 2022 e la nuova generazione sarà utilizzata per tutti i marchi del gruppo PSA in Cina, in Europa e in Nord America, rispettando le future norme antinquinamento di tutti questi mercati.

Rüsselsheim ha già avuto la responsabilità globale dello sviluppo di alcuni motori quando facevamo parte di GM – ha dichiarato Christian Müller, Managing Director Engineering di Opel – Con la realizzazione della nuova generazione di motori benzina a quattro cilindri potremo sfruttare una delle nostre principali competenze. L’iniezione diretta, abbinata alle tecnologie ibride, consoliderà la già forte posizione di Groupe PSA nella riduzione delle emissioni di CO2”.

Gli ingegneri stanno ora sviluppando la nuova generazione di motori, sulla base delle attuali unità quattro cilindri PureTech di Groupe PSA. Le prossime unità quattro cilindri formeranno la seconda famiglia di motori benzina del marchio a partire dal 2022 e saranno dotate di tecnologie all’avanguardia come l’iniezione diretta, la turbocompressione e le valvole a fasatura variabile. Oltre ad avere la responsabilità della nuova famiglia di motori, il team ingegneristico di Rüsselsheim è incaricato dello sviluppo dei veicoli commerciali leggeri (LCV) per l’intero gruppo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati