Wiesmann Roadster MF4 una lussuosa supercar made in Germany

Wiesmann Roadster MF4 una lussuosa supercar made in Germany

Wiesmann Roadster MF4 una lussuosa supercar made in Germany

Sarà prodotta in soli 350 esemplari a prezzi molto importanti

La Wiesmann Roadster MF4, una lussuosa supercar made in Germany, si è vista per la prima volta a Ginevra, l’ ideatore è un giovane progettista tedesco, che nonostante la giovane età, ha realizzato questa accattivante supercar, molto elegante e raffinata, ma dal carattere atletico, in grado di effettuare prestazioni realmente elevate.

Per festeggiare il ventesimo anno di attivà Wiessmann ha deciso di regalarsi questa singolare Roadster MF4, una sorta di omaggio ai successi ottenuti negli ultimi tempi, una special edition a produzione limitata, saranno infatti solo 350 gli esemplari prodotti, a prezzi indubbiamente non alla portata di tutti, stiamo parlando di 128.000 euro, tasse incluse per Roadster MF4, che diventano ancora più alti, per la versione Roadster MF4-2 arrivando a 137.900 euro.

Wiesmann Roadster MF4, a trazione posteriore, è motorizzata da un 8 cilindri 4.0 di derivazione BMW, 367 cavalli, abbinata ad una trasmissione automatica a 6 rapporti e cambio a doppia frizione e 7 rapporti, tecnologia avanzata che molti costruttori teutonici stanno adottando. Nei progetti di Wiesmann c’ è un’ altra edizione speciale, la MF4-S, motorizzata con un V8 4.8 da 420 cavalli, sempre a trasmissione automatica, coppia massima 400 Nm. La velocità massima raggiungibile è di 300 km/h, in grado di accelerare da 0 a 100 in soli 4,4 secondi. Una scheggia.

Un particolare che porta a far schizzare i prezzi così elevati per Wiesmann Roadster MF4 è che la vettura è tutta rifinita artigianalmente, la sofisticata capote è realizzata in tessuto esclusivo, in linea con lo stile della casa, i gruppi ottici sono dotati di luci allo xeno, l’ alluminio in cui è realizzata la monoscocca ne consente la leggerezza, pur trasmettendo una robustezza della vettura, completano il quadro della sicurezza, il doppio airbag ed il controllo elettronico della stabilità.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati