Formula1: Enrico Gelpi vs Max Mosley: inimmaginabile un campionato senza la Ferrari

Formula1: Enrico Gelpi vs Max Mosley: inimmaginabile un campionato senza la Ferrari

Formula1: Enrico Gelpi vs Max Mosley: inimmaginabile un campionato senza la Ferrari

Enrico Gelpi presidente dell’ Automobile Club d’ Italia ha scritto una lettera a Max Mosley, presidente della FIA, in cui dichiara tutto la sua contrarietà a quanto sta accadendo: “Un campionato di Formula1 senza la Ferrari sarebbe inimmaginabile e cosa molto diversa, priva di attrattività passionale e sportiva rispetto al campionato attuale”.

Nella lettera ricorda che l’ ACI è uno dei 14 soci fondatori Federazione Internazionale dell’ Automobile, e con l’ autorità che gli compete Enrico Gelpi, in veste di membro del Consiglio Mondiale dello Sport, tiene a sottolineare la necessità di “tutelare una Casa costruttrice che non solo è nostra associata, ma è anche simbolo dell’ eccellenza italiana nel mondo per tecnologia, sviluppo e innovazione dell’automobile, che si identifica con il concetto stesso di competizione sportiva, che è connaturata con la Formula 1 avendo partecipato al campionato ininterrottamente per tutti questi 60 anni”.

Enrico Gelpi conclude la lettera augurandosi di poter soluzionare al più presto la situazione: “Per questo auspico che sia aperto al più presto un tavolo di confronto costruttivo, al quale assicuro la mia disponibilità, per risolvere positivamente questa delicata situazione nell’ interesse dello sport, dei milioni di appassionati, della FIA, della Ferrari, delle altre Case costruttrici e anche di chi come ACI rappresenta in Italia gli automobilisti sportivi e non, per i quali, come per me, la Ferrari è un simbolo e un mito”.

A proposito delle nuove regole di Formula1 e del possibile ritiro della Ferrari, anche Kimi Raikkonen ha espresso il suo parere: “E’ difficile poter pensare ad una Formula 1 senza Ferrari. Quando ero alla McLaren la Scuderia di Maranello era il punto di riferimento, l’ avversario con cui misurarci. Da quando sono arrivato qui ho capito che è molto più di una squadra, è un mito che si perpetua attraverso le sue macchine stradali e da corsa”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati