Porsche Cayenne: il Suv clonato dalla cinese Byd

Porsche Cayenne: il Suv clonato dalla cinese Byd

Porsche Cayenne: il Suv clonato dalla cinese Byd

Porsche Cayenne il Suv clonato dalla cinese Byd, ancora una volta i cinesi hanno copiato alla perfezione un modello di grande successo, nonostante siano stati oggetto di pesanti critiche internazionali, hanno continuato in quella che è la loro arte, non solo sul mercato automobilistico, fotocopiare i grandi marchi occidentali e giapponesi.

La carriera dei cinesi è iniziata plagiando delle utilitarie, Matiz e Panda, si sono specializzati a tal punto che hanno osato passare direttamente ai SUV, ed ecco che spunta il Porsche Cayenne, meno rischioso il confronto, rispetto ad un’ utilitaria, dal punto di vista del design, copiando auto importanti a livello globale nei loro rispettivi segmenti.

L’ arte di copiare è anche molto facilitata per i costruttori dagli occhi a mandorla, perché in Cina non esiste alcuna legislazione sul copyright, nessuna tutela quindi per i diritti di proprietà, costruttori molto quotati come GM, Bmw e Fiat hanno provato a far causa ai costruttori cinesi per plagio presso in tribunale locale, ma senza speranza di ottenere esiti positivi. Alcuni coraggiosi hanno anche copiato la regale Rolls-Royce.

Una delle protagoniste del plagio d’ autore è la BYD, giovanissima ma anche molto aggressiva, il presidente si è posto un ambizioso obiettivo, diventare nel giro di 15 anni il più grande costruttore mondiale di auto, puntando inizialmente sul gruppo Toyota, rubacchiando qua e la’ particolari per realizzare la city car F50 ed il SUV S6, liberamente ispirati as Aygo e Lexus RX, ma, adesso, punta più in alto, vuole il prestigio di Porsche Cayenne, che si chiamerà T6, debutterà sul mercato del sol levante entro settembre 2010, il motore sarà un benzina 2.0.

Giusto per rendersi conto di quanto sono capaci gli ingegnosi cinesi, diciano che fra i cloni c’ è anche la BMW X5, addirittura esportata anche sul mercato europeo, per arrivare a quello della Landwind X8 chiaramente ispirato a Mitsubishi Outlander, il primo costruttore cinese ad aver osato l’ esportazione sui mercati europei, di un SUV liberamente ispirato all’ Opel Frontera, che non è riuscita ad ottenere l’ omologazione stradale. Alla Geely, uno dei pochi costruttori indipendenti, è andato davvero oltre, copiando addirittura la Rolls-Royce Phantom.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati