Acquisizione Opel: il piano Magna giudicato migliore di quello Fiat

Acquisizione Opel: il piano Magna giudicato migliore di quello Fiat

Acquisizione Opel: il piano Magna giudicato migliore di quello Fiat

I contenuti delle offerte di acquisto di Opel avanzate mercoledì da Fiat, Magna e Rippelwood – e da BAIC giovedì – non sono stati resi noti, ma ieri Roland Koch, governatore dell’Assia, lo stato tedesco dove Opel ha il proprio quartier generale, ha detto che il piano di Magna è risultato essere il migliore.

Pur non avendo svelato il motivo della sua preferenza, sembra che essa sia dovuta alla gestione del lavoro da parte dell’azienda austro-canadese, come riporta il Detroit Free Press. “Penso che l’offerta del gruppo Magna sia quella più vicina alle attese di molti uomini politici tedeschi e degli stessi lavoratori”, ha dichiarato Koch ad una radio locale.

Questo più o meno significa che il taglio di 10.000 impiegati da parte di Fiat in tutta Europa includerebbe un buon numero di dipendenti Opel, mentre il piano di Magna prevede meno tagli in Germania e alla Opel.
Il sindacato rappresenta un punto chiave in questa vicenda per la Germania e i suoi uomini politici, in quanto Opel impiega 25 mila persone all’interno dei confini tedeschi.

La decisione finale, tuttavia, non spetta al leader del singolo stato tedesco, ma al parere di tutta la confederazione. Non importa chi acquisirà Opel, la Germania dovrà comunque provvedere a finanziare il marchio con diversi milioni di dollari per far sì che esso continui a vivere.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati