Auto elettriche: accordo tra Volkswagen e BYD

Auto elettriche: accordo tra Volkswagen e BYD

Auto elettriche: accordo tra Volkswagen e BYD

Il presidente della casa cinese BYD (Build Your Dreams) Wang Chuanfu e il CEO di Volkswagen Martin Winterkorn hanno raggiunto un’intesa importante per quanto riguarda la produzione di auto elettriche. Le due multinazionali saranno partner in un’eventuale futura produzione di auto ecologiche ibride ad energia elettrica alimentate da batterie al litio.

L’accordo è avvenuto durante una visita informale all’Elektrotraktion Technology Center di Isenbüttel, Germania, che ha coinvolto i presenti in numerose discussioni e giri di prova su auto come la Golf Twindrive ibrida e un nuovo prototipo di vettura unicamente a trazione elettrica. Entrambe le case, infatti, nutrono molta fiducia nell’espansione del mercato delle auto ibride ed elettriche, soprattutto in Cina. Con questa partnership, esse saranno in grado di sviluppare ancora più velocemente le loro strutture in questa direzione.

Volkswagen, inoltre, si era recentemente associata alla Sanyo per sviluppare una nuova batteria agli ioni di litio e nell’ultimo hanno ha anche sviluppato diversi congegni e soluzioni, espandendo la loro linea “BlueMotionTechnologies”, che appaiono specificatamente mirate per le auto ibride o elettriche. Il marchio tedesco, comunque, non lancerà alcun modello sul mercato almeno fino al 2015. Nel frattempo la compagnia continuerà a concentrarsi sul miglioramento dei suoi motori a benzina. Potrebbero essere sviluppati comunque alcuni modelli ibridi, che rappresenterebbero per la Volkswagen il primo passo verso un mercato dell’auto totalmente dominato dalle auto elettriche.

La BYD, nel frattempo, ha tracciato i primi piani per la produzione della prima auto ibrida dotata di spina prodotta in serie, la F3DM. Inoltre l’azienda cinese ha anche in progetto di acquisire e riutilizzare i design di auto come la Toyota Aygo e la Lexus RX.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati