WP_Post Object ( [ID] => 2762 [post_author] => 2 [post_date] => 2009-07-03 23:09:06 [post_date_gmt] => 2009-07-03 21:09:06 [post_content] => Debutterà sulla nuova Mazda3 MZR 2.0 DISI il sistema start/stop di Mazda denominato "i-stop". Abbinato alla Mazda3 spinta da un motore a benzina ad iniezione diretta è in grado di regalare divertimento al volante ed un elevato rispetto dell'ambiente. Unico nel suo genere, il sistema i-stop di Mazda utilizza l'energia della combustione per riavviare il motore, sfruttando solo un minimo aiuto da parte del motorino di avviamento, che risulta necessario solo nella prima fase di riavvio. L’accensione iniziale, abbinata ad un impulso dato all’albero motore, è in grado di riavviare il motore in modo estremamente armonioso ed efficiente a livello di risparmio carburante; inoltre questo sistema è due volte più rapido rispetto ai normali sistemi di arresto/ avviamento. La nuova Mazda3 2.0 DISI puo' inoltre contare sull'ottimizzazione aerodinamica e su altri accorgimenti che hanno permesso di ridurre i consumi del 14% nel percorso misto rispetto alla Mazda3 di prima generazione con motore 2.0 litri. Il sistema i-stop del benzina da 2,0 litri ad iniezione diretta della nuova Mazda3 si attiva automaticamente non appena viene avviata la vettura. Il sistema può essere disattivato con un interruttore posto sul cruscotto. Quando il veicolo viene fatto fermare per la prima volta ed il conducente preme la frizione per mettere in folle la vettura, il motore si spegne automaticamente. Una spia verde sul quadro strumenti indica che il sistema i-stop ha effettuato lo spegnimento del motore. A vettura ferma, non viene consumato carburante. Per ripartire, il conducente preme la frizione ed il motore si riavvia automaticamente. Fondamentalmente, l’i-stop si avvale dei vantaggi della tecnologia ad iniezione diretta per riavviare il motore dopo lo spegnimento. Non appena la nuova Mazda3 arriva ad uno stop, il modulo di controllo del motore non lo spegne fino a che il volume dell’aria nel cilindro in fase di compressione e nei pistoni in fase di espansione non sono equivalenti. Il conducente non se ne accorge nemmeno, in quanto tutto accade solo in una frazione di secondi, collocando il motore in una posizione ideale per il riavvio. Durante tale processo, un cilindro rimane nella posizione della fase di combustione. Il processo di riavvio ha inizio quando viene iniettato carburante direttamente in tale cilindro, prima nebulizzato, poi ne avviene l’accensione, che fa spostare il pistone verso il basso. Nel contempo, il motorino d’avviamento applica una piccola quantità di moto aggiuntivo all’albero motore. Insieme, tali due eventi danno inizio ad un riavvio estremamente rapido del motore. La nuova Mazda3 2.0 i-stop consuma solo 6,8 litri di carburante ogni 100 km (percorso misto), il 14% in meno rispetto al normale motore benzina da 2,0 litri provvisto di iniezione indiretta della generazione precedente di Mazda3. Emette 159 g/km di CO 2 e soddisfa le norme Euro 5 in materia di emissioni. Ciò nonostante, con una potenza massima di 111 kW/151 CV a 6.200 giri/min. ed una coppia massima di 191 a 4.500 giri/min., ed un cambio manuale a sei rapporti, offre prestazioni di marcia da vettura sportiva. Quando l’i-stop spegne il motore, l’illuminazione, il sistema audio e tutte le altre utenze elettriche continuano a funzionare. Anche il sistema di climatizzazione continua a funzionare normalmente, sempre che il conducente non richieda la massima capacità refrigerante del sistema. In questo caso, l’i-stop riconosce la necessità di avviare il motore e si attiva di conseguenza. Il funzionamento di tutti i sistemi non viene interrotto nemmeno durante il riavvio del motore. [post_title] => Mazda i-stop: debutta sulla Mazda3 il nuovo sistema start-stop [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => mazda-i-stop-debutta-sulla-mazda3-il-nuovo-sistema-start-stop [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2009-07-03 23:09:06 [post_modified_gmt] => 2009-07-03 21:09:06 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=2762 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mazda i-stop: debutta sulla Mazda3 il nuovo sistema start-stop

Mazda i-stop: debutta sulla Mazda3 il nuovo sistema start-stop

Debutterà sulla nuova Mazda3 MZR 2.0 DISI il sistema start/stop di Mazda denominato “i-stop“. Abbinato alla Mazda3 spinta da un motore a benzina ad iniezione diretta è in grado di regalare divertimento al volante ed un elevato rispetto dell’ambiente.

Unico nel suo genere, il sistema i-stop di Mazda utilizza l’energia della combustione per riavviare il motore, sfruttando solo un minimo aiuto da parte del motorino di avviamento, che risulta necessario solo nella prima fase di riavvio.

L’accensione iniziale, abbinata ad un impulso dato all’albero motore, è in grado di riavviare il motore in modo estremamente armonioso ed efficiente a livello di risparmio carburante; inoltre questo sistema è due volte più rapido rispetto ai normali sistemi di arresto/ avviamento.

La nuova Mazda3 2.0 DISI puo’ inoltre contare sull’ottimizzazione aerodinamica e su altri accorgimenti che hanno permesso di ridurre i consumi del 14% nel percorso misto rispetto alla Mazda3 di prima generazione con motore 2.0 litri.

Il sistema i-stop del benzina da 2,0 litri ad iniezione diretta della nuova Mazda3 si attiva automaticamente non appena viene avviata la vettura. Il sistema può essere disattivato con un interruttore posto sul cruscotto. Quando il veicolo viene fatto fermare per la prima volta ed il conducente preme la frizione per mettere in folle la vettura, il motore si spegne automaticamente. Una spia verde sul quadro strumenti indica che il sistema i-stop ha effettuato lo spegnimento del motore. A vettura ferma, non viene consumato carburante. Per ripartire, il conducente preme la frizione ed il motore si riavvia automaticamente.

Fondamentalmente, l’i-stop si avvale dei vantaggi della tecnologia ad iniezione diretta per riavviare il motore dopo lo spegnimento.

Non appena la nuova Mazda3 arriva ad uno stop, il modulo di controllo del motore non lo spegne fino a che il volume dell’aria nel cilindro in fase di compressione e nei pistoni in fase di espansione non sono equivalenti. Il conducente non se ne accorge nemmeno, in quanto tutto accade solo in una frazione di secondi, collocando il motore in una posizione ideale per il riavvio. Durante tale processo, un cilindro rimane nella posizione della fase di combustione. Il processo di riavvio ha inizio quando viene iniettato carburante direttamente in tale cilindro, prima nebulizzato, poi ne avviene l’accensione, che fa spostare il pistone verso il basso. Nel contempo, il motorino d’avviamento applica una piccola quantità di moto aggiuntivo all’albero motore. Insieme, tali due eventi danno inizio ad un riavvio estremamente rapido del motore.

La nuova Mazda3 2.0 i-stop consuma solo 6,8 litri di carburante ogni 100 km (percorso misto), il 14% in meno rispetto al normale motore benzina da 2,0 litri provvisto di iniezione indiretta della generazione precedente di Mazda3. Emette 159 g/km di CO 2 e soddisfa le norme Euro 5 in materia di emissioni. Ciò nonostante, con una potenza massima di 111 kW/151 CV a
6.200 giri/min. ed una coppia massima di 191 a 4.500 giri/min., ed un cambio manuale a sei rapporti, offre prestazioni di marcia da vettura sportiva.

Quando l’i-stop spegne il motore, l’illuminazione, il sistema audio e tutte le altre utenze elettriche continuano a funzionare. Anche il sistema di climatizzazione continua a funzionare normalmente, sempre che il conducente non richieda la massima capacità refrigerante del sistema. In questo caso, l’i-stop riconosce la necessità di avviare il motore e si attiva di conseguenza. Il funzionamento di tutti i sistemi non viene interrotto nemmeno durante il riavvio del motore.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Mazda CX-30: ecco gli ADAS, gli aiuti alla guida

Mazda CX-30: ecco gli aiuti alla guida
La nuova Mazda CX-30 rientra nell’affollata categoria dei SUV compatti, posizionandosi di diritto tra CX-3 e CX-5. Lo Sport Utility Vehicle giapponese permette di avere in