Mini Ray G: arriva il GPL anche per la Mini

Mini Ray G: arriva il GPL anche per la Mini

Mini Ray G: arriva il GPL anche per la Mini

La nuova Mini Ray G debutta in esclusiva per il mercato italiano. La versione benzina e GPL della Mini sarà ordinabile a partire da 14.400 Euro grazie agli eco incentivi statali, allo sconto offerto dalle concessionarie BMW e all’incentivo rottamazione. Il GPL è in continua crescita nel nostro Paese grazie alle sue qualità ecologiche e al prezzo per litro decisamente piu’ basso.

La nuova Mini Ray G promette di percorrere 100 km nel ciclo misto UE con appena 7,1 litri di GPL con un costo di circa 4 Euro ed emissioni Co2 pari a 115 gr/km, il 10% in meno rispetto all’alimentazione a benzina e non produce alcun particolato.

Comportamento su strada:
Il “go-kart” feeling tipico della gamma Mini si ritrova anche nella versione GPL, tutte le soluzioni tecniche adottate a livello di telaio e sospensioni sono presenti anche sulla Mini Ray G.

L’autonomia garantita dal doppio impianto benzina-GPL garantisce un’autonomia di oltre 1100 Km con un serbatoio della benzina da 40 litri (750 km nel ciclo misto) e uno da 24 litri per il GPL (circa 340 km).

Il motore 1.4 della Mini Ray G eroga 75 cavalli in modalità benzina e 71 cavalli quando si utilizza il GPL, con differenze minime in termini di prestazioni. Poche le differenze rispetto ad una comune Mini Ray: la presenza del serbatoio aggiuntivo per il GPL, la presa per il rifornimento GPL a fianco del bocchettone di rifornimento della benzina e, all’interno del vano motore, la presenza del rail nonché dei condotti del circuito GPL.

Dal punto di vista strutturale non sono state necessarie modifiche di rilievo se non quelle suggerite dai tecnici del Gruppo BMW per ottimizzare l’integrazione e la funzionalità dell’impianto GPL fornito dalla Landi Renzo S.p.a.

Gli intervalli di manutenzione sono identici a quelli della MINI RAY alimentata a benzina. Il serbatoio del GPL è alloggiato sotto il vano bagagli, al posto del ruotino di scorta. La capacità di carico del bagagliaio rimane quindi invariata: 160 litri sia per MINI RAY che per MINI RAY G.

Il prezzo della nuova MINI RAY G è di 15.900 Euro, compresi i 2.000 Euro di incentivi statali e i 1.300 Euro di sconto offerto dalle concessionarie MINI aderenti all’iniziativa per il lancio fino al 31 dicembre 2009.

MINI RAY G viene quindi offerta allo stesso prezzo della MINI RAY a benzina. Il prezzo finale può scendere a 14.400 Euro grazie all’ulteriore incentivo previsto in caso di concomitante rottamazione di una vettura usata di oltre 10 anni di età.

L’installazione e l’omologazione dell’impianto a GPL sono a cura di BMW Group Italia che collabora con Landi Renzo.

La dotazione di serie di MINI RAY G e l’elenco degli optional sono i medesimi della versione a benzina, ad eccezione del ruotino di scorta che non può essere ordinato, così come il cambio automatico.

A livello estetico la MINI RAY G gioca con gli stessi elementi cromatici delle versioni a benzina e diesel, vale a dire le calotte degli specchietti retrovisori esterni ed i Side Scuttles dedicati in colore fluorescente (Alien Green, Lemon Yellow, Vitamin Orange, Flash White, Energy Pink e Shocking Blue).
Le vernici di carrozzeria disponibili rimangono il Dark Silver, il Midnight Black ed il Pepper White.
Di serie anche su questo modello il copricerchio multirazze di colore brunito, il climatizzatore manuale, gli indicatori di direzione bianchi e la radio MINI CD con 6 altoparlanti ed ingresso Aux-In.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati