WP_Post Object ( [ID] => 4916 [post_author] => 9 [post_date] => 2009-10-07 11:04:21 [post_date_gmt] => 2009-10-07 09:04:21 [post_content] => BMW Motorrad contribuisce al progetto di sicurezza europea eSUM tramite il Concept C1-E, modello di veicolo sicuro, ecosostenibile ed ideale per il traffico urbano. Il C1 garantisce condizioni di massima sicurezza al pilota, attraverso molteplici dispositivi, dal roll bar che abbraccia il sedile agli elementi di assorbimento dell’energia posti nei punti di contatto del motociclo con l’asfalto, fino al paraurti frontale e alle cinture di sicurezza. Un sistema di protezione che prende le mosse dal precedente BMW C1 è stato ulteriormente potenziato, al punto da rendere non obbligatorio l’uso del casco per il pilota, caso unico nel mondo delle due ruote. A livello estetico, il Concept C1 si presenta con una carrozzeria diversa da quella dei comuni scooter: le linee tese si sviluppano in senso orizzontale, abbassando così il baricentro del veicolo. Questo modello è stato progettato e pensato per un uso prevalentemente cittadino. Lo dimostra innanzitutto l’adozione di un motore elettrico, alimentato da batterie agli ioni al litio, marca Vetrix; la carenatura e il parabrezza, lo spazio dietro il posto pilota e il pratico cavalletto laterale assicurano condizioni di comodità per un uso giornaliero. BMW Concept C1-E risponde perfettamente all’ obiettivo perseguito da BMW Motorrad negli ultimi 20 anni, quello di un miglioramento della sicurezza in moto: del resto, BMW è stata la prima casa costruttrice a credere nel sistema ABS e ad adottarlo su un totale di oltre un milione di moto fin qui prodotte. Il progetto eSUM (European Safer Urban Motorcycling), che coinvolge i maggiori centri metropolitani europei e i produttori di motociclette, non poteva non vedere la partecipazione del marchio tedesco, al fianco del brand Piaggio. Il BMW C1-E rimane purtroppo un modello unico nel suo genere, dato che non ne è prevista, per il momento, la produzione; unica consolazione, il fatto che il prototipo abbia permesso di ottenere alcuni risultati che potranno trovare applicazione in future progettazioni di veicoli a due ruote, per garantire condizioni di traffico cittadino sempre più sicure. [post_title] => Moto BMW, ancora più sicure grazie al progetto Concept C1 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => moto-bmw-ancora-piu-sicure-grazie-al-progetto-concept-c1 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2009-10-07 11:04:21 [post_modified_gmt] => 2009-10-07 09:04:21 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=4916 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Moto BMW, ancora più sicure grazie al progetto Concept C1

BMW Motorrad contribuisce al progetto di sicurezza europea eSUM tramite il Concept C1-E, modello di veicolo sicuro, ecosostenibile ed ideale per il traffico urbano.

Il C1 garantisce condizioni di massima sicurezza al pilota, attraverso molteplici dispositivi, dal roll bar che abbraccia il sedile agli elementi di assorbimento dell’energia posti nei punti di contatto del motociclo con l’asfalto, fino al paraurti frontale e alle cinture di sicurezza.

Un sistema di protezione che prende le mosse dal precedente BMW C1 è stato ulteriormente potenziato, al punto da rendere non obbligatorio l’uso del casco per il pilota, caso unico nel mondo delle due ruote.

A livello estetico, il Concept C1 si presenta con una carrozzeria diversa da quella dei comuni scooter: le linee tese si sviluppano in senso orizzontale, abbassando così il baricentro del veicolo.
Questo modello è stato progettato e pensato per un uso prevalentemente cittadino. Lo dimostra innanzitutto l’adozione di un motore elettrico, alimentato da batterie agli ioni al litio, marca Vetrix; la carenatura e il parabrezza, lo spazio dietro il posto pilota e il pratico cavalletto laterale assicurano condizioni di comodità per un uso giornaliero.

BMW Concept C1-E risponde perfettamente all’ obiettivo perseguito da BMW Motorrad negli ultimi 20 anni, quello di un miglioramento della sicurezza in moto: del resto, BMW è stata la prima casa costruttrice a credere nel sistema ABS e ad adottarlo su un totale di oltre un milione di moto fin qui prodotte.
Il progetto eSUM (European Safer Urban Motorcycling), che coinvolge i maggiori centri metropolitani europei e i produttori di motociclette, non poteva non vedere la partecipazione del marchio tedesco, al fianco del brand Piaggio.

Il BMW C1-E rimane purtroppo un modello unico nel suo genere, dato che non ne è prevista, per il momento, la produzione; unica consolazione, il fatto che il prototipo abbia permesso di ottenere alcuni risultati che potranno trovare applicazione in future progettazioni di veicoli a due ruote, per garantire condizioni di traffico cittadino sempre più sicure.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati