Baires Motor Parade: Milano su quattro ruote

Traffico fermo e strada bloccata. Corso Buenos Aires, la via commerciale più frequentata di Milano, oggi si è presa una giornata di pausa, almeno dalle auto “in movimento”. Perché i modelli di city car e SUV più recenti hanno lasciato il posto alla nuova edizione dell’annuale Baires Motor Parade. Sessanta auto storiche prestate dai collezionisti di numerosi club di appassionati, alle quali si sono uniti anche alcuni concessionari, case motociclistiche come KTM e l’immancabile Ducati, il Ferrari Club Milano che ha portato un’impressionante collezione di “rosse” e le forze dell’ordine, che oltre alla storica Giulia hanno presentato l’immancabile Lamborghini Gallardo delle forze di Polizia. Ai più nostalgici scenderà una lacrimuccia a vedere chicche come la Lambretta Innocenti 125 cc del 1950, mentre ai cacciatori di auto particolari non potrà sfuggire la Austin Princess o l’incredibile Jaguar E Type del ’62, che per chi non lo sapesse è la mitica automobile del famigerato ladro dei fumetti Diabolik. Nel frattempo può capitare di imbattersi nel nostro amichevole Spiderman di quartiere, impegnato a fare conversazione con il robottino di Star Wars C1-P8 e a fare la guardia al bottino portato via dalla Batcaverna: la Bat-armatura e la Bat-moto dell’ultimo film “Il Cavaliere Oscuro”. Il tutto, per non perdere il contatto dalla manifestazione, accanto alla Dodge Charger del 1969, meglio ricordata come “Generale Lee” della contea di Hazard. E se all’interno dello stand dedicato ai novant’anni di Citroen trovate una Break 19 del 1964 che credete di aver già visto in una famosa e “fantasmagorica” commedia degli anni ’80, non preoccupatevi. Non ci sono fantasmi in giro e l’Ecto-1, soprattutto, era una Cadillac. Ma la somiglianza è notevole.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati