WP_Post Object ( [ID] => 6292 [post_author] => 3 [post_date] => 2009-12-10 13:41:47 [post_date_gmt] => 2009-12-10 11:41:47 [post_content] => La Scirocco R è arrivata. Potenza: 265 CV. Carattere: da vera sportiva. Handling: perfetto. Divertimento: garantito. Ordinabile: da subito. La Volkswagen ha scelto di presentarla ai media internazionali proprio in una zona ricca di strade con tornanti che la nuova Scirocco R ama divorare: le Alpi Marittime francesi, i “tetti” di Nizza. Alcuni tratti di questi percorsi ricordano molto quelli del Rally di Montecarlo, come ad esempio la salita al leggendario Col de Turini. Ma non è solo su questi tornanti che la più potente Scirocco di tutti i tempi dà il meglio di sé; la nuova sportiva a quattro posti, infatti, esprime tutta la sua dinamicità anche sui percorsi della vita quotidiana. A bordo, è presente di serie il differenziale a bloccaggio elettronico trasversale XDS, presentato per la prima volta con la Golf GTI, che assicura una trazione ottimale e il massimo divertimento di guida. IL PROGETTO R La Scirocco R, progettata dalla Volkswagen Individual, è un formidabile concentrato di potenza, con telaio e motore brillanti, look inconfondibile ed equipaggiamenti esclusivi. Il tradizionale sei cilindri, finora utilizzato nei modelli R di questo segmento, nella nuova Scirocco R è stato sostituito da un quattro cilindri TSI sovralimentato. I vantaggi? Valori di potenza e coppia molto elevati a fronte di un consumo di carburante notevolmente ridotto. Per percorrere 100 chilometri, infatti, sono soltanto 8,1 i litri di benzina che arrivano nelle camere di combustione attraverso l’iniezione diretta. Ciò corrisponde a emissioni di CO2 pari a 189 g/km, il migliore risultato per una vettura sportiva da 250 km/h (velocità autolimitata). Nel caso la vettura sia equipaggiata con il cambio automatico a doppia frizione DSG i consumi scendono a 8 litri e le emissioni a 187 g/km. La flotta Scirocco alla 24 Ore. Il potenziale dinamico della Scirocco è stato dimostrato dalla Volkswagen nella 24 Ore disputatasi a maggio sul circuito del Nürburgring. Vi ha partecipato un'intera flotta di Scirocco composta da ben cinque vetture che hanno saputo dar prova delle loro prestazioni sul tracciato del "Grüne Hölle", rivelandosi, tutte, tecnicamente e nel look, simili al modello di serie. Tre Scirocco GT24 erano dotate di un motore benzina TSI 315 CV, mentre le altre due GT24, caratterizzate dalla sigla CNG (Compressed Natural Gas), erano equipaggiate con un TSI da oltre 280 CV di potenza, alimentato a gas metano. Al termine della 24 Ore, la Volkswagen ha letteralmente scritto un nuovo capitolo della storia dell'automobilismo: con la Scirocco GT24, infatti, il Team ha vinto nella classe delle vetture con motori turbo da 2 litri. Le due Scirocco GT24-CNG, piazzandosi al primo e secondo posto, si sono nettamente imposte nella categoria delle vetture a propulsione alternativa. Già nel 2008, due piloti professionisti come Carlos Sainz e Hans-Joachim Stuck avevano portato due Scirocco GT24 ai vertici della propria categoria, conseguendo una doppia vittoria in questa classica gara di durata. MOTORE Considerando l'elevatissima potenza per litro di cilindrata del motore 2.0 TSI (132,5 CV per litro), la Volkswagen ha optato per il motore turbo benzina a iniezione diretta. Più dinamica, grazie a un downsizing intelligente. Come tutti i motori TSI, anche quello della versione R combina l'efficienza dell'iniezione diretta alla potenza della sovralimentazione. Nonostante il downsizing realizzato a livello di cilindrata e di cilindri, questo propulsore quattro cilindri sedici valvole da 1.984 cm3 sviluppa una potenza (+ 15 CV) e una coppia (+ 30 Nm) notevolmente maggiori rispetto al motore sei cilindri dell'ultima Golf R32. Nello specifico, il motore 2.0 TSI della nuova Scirocco R raggiunge una potenza massima di 265 CV a 6.000 giri. La coppia massima di ben 350 Newtonmetri è sempre disponibile in un intervallo di erogazione veramente molto ampio che va da 2.500 a 5.000 giri. Il motore risulta agile e fornisce sempre una risposta spontanea e tempestiva praticamente a tutti i regimi. Dal punto di vista acustico, il propulsore fa sentire tutta la sua potenza in modo veramente impressionante. L'impianto di scarico è doppio, con due terminali ovali e cromati posti ai lati del paraurti. Engine of the Year per la Scirocco R. Il quattro cilindri in linea, insignito già quattro volte del titolo "Engine of the Year", deve la sua potente spinta alla sovralimentazione con turbocompressore a gas di scarico (fino a 1,2 bar di pressione di sovralimentazione) e intercooler. Il motore, del peso di appena 152 kg, viene controllato da un sistema di gestione completamente elettronico con acceleratore elettronico. Rispetto alle altre versioni, i pistoni del 4 cilindri sono stati dotati di perni rinforzati. Anche la biella è stata rinforzata per poter così trasmettere perfettamente all'albero motore l'elevata coppia sviluppata. Inoltre, proprio in considerazione delle elevatissime forze che vengono generate, anche la stessa testata cilindri è stata rinforzata. L'effetto dinamico è sorprendente. Nell'allungo, da 80 a 120 km/h con la quinta marcia innestata, la Scirocco R dal peso contenuto in 1.344 chilogrammi, impiega solo 5,5 secondi. È proprio la sensazione di poter percepire l'erogazione della massima potenza già a partire dal minimo, a rendere assolutamente speciale questa vettura sportiva. Una vettura potente ed elegante, adatta a ogni percorso e a ogni occasione dell'anno. Basta poi scalare le marce e accelerare per scoprire l'altro volto della Scirocco R: un'auto dal DNA sportivo, in grado di passare da 0 a 100 km/h in soli 6,0 secondi e percorrere i primi 1.000 metri in 25,6 secondi, raggiungendo una velocità massima autolimitata di 250 km/h (a 6.320 giri). Naturalmente anche questa Scirocco è disponibile con il cambio a doppia frizione (DSG). Chi opterà per l'innovativo DSG a 6 marce potrà sperimentare una Scirocco R ancora più grintosa, in grado di raggiungere 100 km/h in appena 5,8 secondi. Come spesso accade nelle vetture DSG, il vantaggio in termini di dinamicità e comfort non va assolutamente a incidere sui consumi e sulle emissioni; al contrario, come dimostrato dal consumo medio di 8,0 litri per 100 km (ciclo combinato) e dalle emissioni di CO2 di 187 g/km. TELAIO La Scirocco R è dotata, di serie, di uno speciale telaio sportivo e di un differenziale a bloccaggio elettronico trasversale (XDS), una sorta di ampliamento funzionale del bloccaggio elettronico del differenziale (EDS) integrato nell'ESP, che elimina efficacemente ogni perdita di trazione. L'XDS compensa la tendenza al sottosterzo. Non appena l'elettronica riconosce che, a velocità elevata, la ruota anteriore interna alla curva inizia a perdere aderenza, l'impianto idraulico dell'ESP frena in modo mirato la ruota interessata per ripristinare in tal modo la trazione ottimale. L'XDS funge quindi da differenziale autobloccante trasversale, andando a compensare la tendenza al sottosterzo tipico delle vetture a trazione anteriore in fase di percorrenza delle curve a velocità sostenuta. Grazie all'XDS la guida della dinamica Scirocco R diventa quindi molto più precisa e stabile. La configurazione delle sospensioni. La tenuta di strada perfetta e il comfort ottimale sono garantiti da un asse anteriore McPherson e da un asse posteriore a quattro bracci, una soluzione generalmente riconosciuta come ottimale per far conciliare al meglio nell'assetto confort e guida sportiva. Il DCC ottimizza il rapporto tra comfort e dinamicità. Per la Scirocco R è disponibile a richiesta il sistema di regolazione adattiva dell'assetto (DCC). Il sistema gestisce la taratura dell'assetto, in modo costante e indipendente su ogni singola ruota, in base ai segnali inviati da tre sensori che rilevano le condizioni del fondo stradale. In fase di accelerazione, frenata o sterzata, la taratura dell'assetto viene irrigidita in frazioni di secondo, al fine di garantire le massime prestazioni in termini di dinamica di marcia. Grazie a questa regolazione automatica, il sistema DCC è in grado di fornire, nelle situazioni meno critiche dal punto di vista dinamico, un sensibile miglioramento del comfort, risolvendo così definitivamente il "conflitto" tra assetto sportivo più rigido e assetto più confortevole. Oltre al programma Normale, il sistema DCC consente al guidatore di scegliere tra le modalità Sport e Comfort. Nuovo design per i cerchi R. Di serie, la Scirocco R è dotata di cerchi in lega leggera da 18 pollici dal nuovo design ("Talladega"), abbinati a pneumatici 235/40. Come optional, questi cerchi sono disponibili in versione da 19 pollici. Entrambe le combinazioni cerchi-pneumatici supportano la massima dinamica trasversale della nuova vettura. Impianto frenante per le massime prestazioni di frenata. Anche l'impianto frenante è stato adattato alle prestazioni superiori della Scirocco R. Monta, infatti, dischi autoventilanti maggiorati, pinze dei freni di color nero lucido specifiche per la serie R, per garantire così prestazioni di decelerazione ottimali. Sull'asse anteriore i dischi hanno diametro di 345 mm e di 310 mm su quello posteriore. Anche il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) è stato modificato. Mediante il tasto ESP nella consolle centrale, è possibile passare alla nuova modalità Sport. In caso di guida ad elevata velocità e su percorsi ricchi di curve, come accade sui circuiti, l'ESP entra in funzione in modo meno "invasivo" assicurando così caratteristiche di handling e agilità ancor più sportive. Contemporaneamente il sistema antislittamento ASR, con la modalità Sport dell’ESP attiva, viene completamente disinserito. Anche il servosterzo elettromeccanico della Scirocco R è stato modificato a livello di mappatura, ora più sportiva. DESIGN Frontale con luci di marcia diurne a LED. Il design del frontale è caratterizzato da tre ampie prese d'aria, integrate nel paraurti disegnato appositamente per la Scirocco R, che assicurano un raffreddamento ottimale del motore e dei freni. Nell'area delle prese d'aria laterali sono state integrate, di serie, a destra e a sinistra, le luci di marcia diurne a LED di nuova progettazione. Anche in questo modello, la protezione della griglia del radiatore, discreta e distintiva è realizzata nell'elegante colore nero lucido. Sul frontale, così come sul portellone, la Scirocco R presenta il nuovo logo R, cromato su fondo nero. L'illuminazione ottimale della carreggiata è garantita dai fari Bi-Xenon, di serie, con indicatori di direzione integrati. Posteriore con doppio terminale di scarico. La parte posteriore si distingue da tutte le altre Scirocco per lo spoiler sul tetto decisamente più grande e per il caratteristico diffusore nero lucido nella parte inferiore del paraurti dal tipico design R. Entrambi i componenti, riducono la portanza sull'asse posteriore. Si integrano molto armoniosamente al particolare design della parte posteriore anche i due terminali di scarico, ovali e cromati che, posti a sinistra e a destra, creano una separazione a livello visivo tra il diffusore nero e il paraurti verniciato in tinta con la carrozzeria. I gruppi ottici posteriori della nuova Scirocco R, inoltre, sono oscurati. Linea elegante grazie ai nuovi cerchi R. La vista laterale è caratterizzata dalle pronunciate minigonne, verniciate in tinta con la carrozzeria, nonché dai nuovi cerchi in lega leggera R "Talladega" da 18 pollici. I cerchi lucidati a specchio a cinque razze triple sono molto particolari e paragonabili dal punto di vista visivo, proprio per la loro specificità e carattere, a quelli della Golf GTI ("Denver"). Lasciano inoltre intravedere l'impianto frenante maggiorato con le pinze color nero lucido e il caratteristico logo R. Come optional, la Volkswagen offre i cerchi "Talladega" (dal nome di un circuito statunitense) anche nella versione da 19 pollici. Come le pinze dei freni, anche gli specchietti retrovisori della Scirocco R sono, indipendentemente dalla tinta della carrozzeria, verniciati in colore nero lucido. ABITACOLO Gli interni della nuova Scirocco R sono impreziositi da dettagli eleganti. Come tutti i modelli R, anche questa coupé è dotata di inserti specifici per l'abitacolo, sedili sportivi (disponibili come optional anche rivestiti in pelle) e molti altri elementi che ne sottolineano il carattere dinamico: il tutto di serie. Nello specifico, la Scirocco R si differenzia dalle varianti fino a 210 CV per le seguenti dotazioni: • Sedili sportivi, rivestiti in tessuto "Kyalami" (dal nome del circuito sudafricano di Formula 1), con il logo R sugli appoggiatesta anteriori in "Artgrey". L'interno dei fianchetti dei sedili è in microfibra grigio cristallo. • Inserti in alluminio sul cruscotto con logo R e inserti di colore nero lucido sulla consolle centrale, maniglie delle porte, pomello del cambio, bocchette dell'aria e sulle razze del volante. • Impugnatura della leva del freno a mano e leva del cambio rivestita in pelle, con cuciture in "Artgrey". • Listelli sottoporta in alluminio con logo R. • Strumentazione con illuminazione bianca e lancette blu; scala tachimetro fino a 300 km/h. • Volante multifunzione in pelle, appiattito nella parte inferiore, con design R (tre razze, rivestimento in pelle traforata nella parte superiore e inferiore, impugnature a destra e sinistra), con cuciture in "Artgrey", logo R sulla razza inferiore e tasti multifunzione sulle razze trasversali. Ordinando la Scirocco R in versione DSG, il volante è dotato dei tasti +/- del cambio. DOTAZIONE La Scirocco è, già di per sé, molto ben equipaggiata. Di serie è dotata infatti di sei airbag, ESP con assistenza al controsterzo, servosterzo elettromeccanico, luci di marcia diurne, climatizzatore semiautomatico ("Climatic"), chiusura centralizzata con telecomando e alzacristalli elettrici, per citare solo alcune dotazioni. Nella Scirocco R, a questo elenco vanno aggiunti numerosi altri elementi come quelli elencati qui di seguito: • Fari Bi-Xenon con luci di svolta statiche, regolazione dinamica della profondità, impianto lavafari e spia di livello del liquido tergicristalli. • Climatizzatore automatico ("Climatronic") con regolazione indipendente lato destro e sinistro e funzione di ricircolo automatico. • Sistema radio-CD RCD310 (4 x 20 Watt) con otto altoparlanti, lettore CD, funzione di riproduzione MP3 con visualizzazione dei brani, doppio sintonizzatore con diversity di fase per la massima ricezione radio e presa multimediale AUX-IN nella consolle centrale. • Pacchetto “Luci” con due luci nel vano piedi anteriore, attivazione/disattivazione automatica delle luci di marcia (incl. funzione "Coming home" e "Leaving home"), specchietto retrovisore interno con funzione antiabbagliamento e sensore pioggia. • Spia controllo pressione pneumatici. • Luci di marcia diurne a LED. Scirocco R Tipo di motore 4 cilindri benzina (TSI), 1.984 cm3 Potenza max. al regime di 265 CV da 6.000 giri Coppia max. al regime di 350 Nm a partire da 2.500 giri Accelerazione 0-100 km/h 6,0 sec. Velocità max 250 km/h Consumo combinato 8,1 l/100 km Lunghezza 4.248 mm Larghezza 1.820 mm Altezza 1.394 mm Peso a vuoto 1.344 kg Cambio 6+R, manuale Trazione Anteriore Pneumatici 235/40 R 18 W Scirocco R DSG Tipo di motore 4 cilindri benzina (TSI), 1.984 cm3 Potenza max. al regime di 265 CV da 6.000 giri Coppia max. al regime di 350 Nm a partire da 2.500 giri Accelerazione 0-100 km/h 5,8 sec. Velocità max 250 km/h Consumo combinato 8,0 l/100 km Lunghezza 4.248 mm Larghezza 1.820 mm Altezza 1.394 mm Peso a vuoto 1.364 kg Cambio 6+R, DSG Trazione Anteriore Pneumatici 235/40 R 18 W Inizio commercializzazione: novembre 2009 Prezzo chiavi in mano: € 35.700 cambio manuale € 37.500 cambio automatico Motorizzazioni: 2.0 TSI 265 CV cambio manuale 6 rapporti 2.0 TSI 265 CV cambio automatico DSG 6 rapporti Principali equipaggiamenti di serie: • 2 terminali di scarico a sezione ovale (destra/sinistra) • Assetto sportivo • Battitacco in alluminio con logo “R” • Bracciolo centrale anteriore • Cerchi in lega 8 J x 18” “Talladega” con pneumatici 235/40 R18 • Climatronic • Cristalli posteriori oscurati • Fari bi-xeno e luci diurne a LED integrate nel paraurti • Gruppi ottici posteriori oscurati • Inserti in alluminio “Silver Lane” sulla plancia • Minigonne e spoiler nel colore carrozzeria • Navigatore satellitare RNS510 • Pacchetto luci e visibilità • Pedaliera sportiva in acciaio • Sedili anteriori sportivi riscaldabili in tessuto “Kyalami” con logo “R” e interno fianchi in microfibra “San Remo” • Sensori di parcheggio • Volante multifunzione rivestito in pelle con logo “R” (con paddles per DSG) • XDS, differenziale a bloccaggio elettronico trasversale [post_title] => Volkswagen Scirocco R, una sportiva senza compromessi [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => volkswagen-scirocco-r-una-sportiva-senza-compromessi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2009-12-10 13:55:16 [post_modified_gmt] => 2009-12-10 11:55:16 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=6292 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Volkswagen Scirocco R, una sportiva senza compromessi

La Scirocco R è arrivata. Potenza: 265 CV. Carattere: da vera sportiva. Handling: perfetto. Divertimento: garantito. Ordinabile: da subito. La Volkswagen ha scelto di presentarla ai media internazionali proprio in una zona ricca di strade con tornanti che la nuova Scirocco R ama divorare: le Alpi Marittime francesi, i “tetti” di Nizza. Alcuni tratti di questi percorsi ricordano molto quelli del Rally di Montecarlo, come ad esempio la salita al leggendario Col de Turini. Ma non è solo su questi tornanti che la più potente Scirocco di tutti i tempi dà il meglio di sé; la nuova sportiva a quattro posti, infatti, esprime tutta la sua dinamicità anche sui percorsi della vita quotidiana. A bordo, è presente di serie il differenziale a bloccaggio elettronico trasversale XDS, presentato per la prima volta con la Golf GTI, che assicura una trazione ottimale e il massimo divertimento di guida.

IL PROGETTO R
La Scirocco R, progettata dalla Volkswagen Individual, è un formidabile concentrato di potenza, con telaio e motore brillanti, look inconfondibile ed equipaggiamenti esclusivi. Il tradizionale sei cilindri, finora utilizzato nei modelli R di questo segmento, nella nuova Scirocco R è stato sostituito da un quattro cilindri TSI sovralimentato. I vantaggi? Valori di potenza e coppia molto elevati a fronte di un consumo di carburante notevolmente ridotto. Per percorrere 100 chilometri, infatti, sono soltanto 8,1 i litri di benzina che arrivano nelle camere di combustione attraverso l’iniezione diretta. Ciò corrisponde a emissioni di CO2 pari a 189 g/km, il migliore risultato per una vettura sportiva da 250 km/h (velocità autolimitata). Nel caso la vettura sia equipaggiata con il cambio automatico a doppia frizione DSG i consumi scendono a 8 litri e le emissioni a 187 g/km.
La flotta Scirocco alla 24 Ore. Il potenziale dinamico della Scirocco è stato dimostrato dalla Volkswagen nella 24 Ore disputatasi a maggio sul circuito del Nürburgring. Vi ha partecipato un’intera flotta di Scirocco composta da ben cinque vetture che hanno saputo dar prova delle loro prestazioni sul tracciato del “Grüne Hölle”, rivelandosi, tutte, tecnicamente e nel look, simili al modello di serie. Tre Scirocco GT24 erano dotate di un motore benzina TSI 315 CV, mentre le altre due GT24, caratterizzate dalla sigla CNG (Compressed Natural Gas), erano equipaggiate con un TSI da oltre 280 CV di potenza, alimentato a gas metano. Al termine della 24 Ore, la Volkswagen ha letteralmente scritto un nuovo capitolo della storia dell’automobilismo: con la Scirocco GT24, infatti, il Team ha vinto nella classe delle vetture con motori turbo da 2 litri. Le due Scirocco GT24-CNG, piazzandosi al primo e secondo posto, si sono nettamente imposte nella categoria delle vetture a propulsione alternativa. Già nel 2008, due piloti professionisti come Carlos Sainz e Hans-Joachim Stuck avevano portato due Scirocco GT24 ai vertici della propria categoria, conseguendo una doppia vittoria in questa classica gara di durata.

MOTORE
Considerando l’elevatissima potenza per litro di cilindrata del motore 2.0 TSI (132,5 CV per litro), la Volkswagen ha optato per il motore turbo benzina a iniezione diretta.
Più dinamica, grazie a un downsizing intelligente. Come tutti i motori TSI, anche quello della versione R combina l’efficienza dell’iniezione diretta alla potenza della sovralimentazione. Nonostante il downsizing realizzato a livello di cilindrata e di cilindri, questo propulsore quattro cilindri sedici valvole da 1.984 cm3 sviluppa una potenza (+ 15 CV) e una coppia (+ 30 Nm) notevolmente maggiori rispetto al motore sei cilindri dell’ultima Golf R32. Nello specifico, il motore 2.0 TSI della nuova Scirocco R raggiunge una potenza massima di 265 CV a 6.000 giri. La coppia massima di ben 350 Newtonmetri è sempre disponibile in un intervallo di erogazione veramente molto ampio che va da 2.500 a 5.000 giri. Il motore risulta agile e fornisce sempre una risposta spontanea e tempestiva praticamente a tutti i regimi. Dal punto di vista acustico, il propulsore fa sentire tutta la sua potenza in modo veramente impressionante. L’impianto di scarico è doppio, con due terminali ovali e cromati posti ai lati del paraurti.
Engine of the Year per la Scirocco R. Il quattro cilindri in linea, insignito già quattro volte del titolo “Engine of the Year”, deve la sua potente spinta alla sovralimentazione con turbocompressore a gas di scarico (fino a 1,2 bar di pressione di sovralimentazione) e intercooler. Il motore, del peso di appena 152 kg, viene controllato da un sistema di gestione completamente elettronico con acceleratore elettronico. Rispetto alle altre versioni, i pistoni del 4 cilindri sono stati dotati di perni rinforzati. Anche la biella è stata rinforzata per poter così trasmettere perfettamente all’albero motore l’elevata coppia sviluppata. Inoltre, proprio in considerazione delle elevatissime forze che vengono generate, anche la stessa testata cilindri è stata rinforzata.
L’effetto dinamico è sorprendente. Nell’allungo, da 80 a 120 km/h con la quinta marcia innestata, la Scirocco R dal peso contenuto in 1.344 chilogrammi, impiega solo 5,5 secondi. È proprio la sensazione di poter percepire l’erogazione della massima potenza già a partire dal minimo, a rendere assolutamente speciale questa vettura sportiva. Una vettura potente ed elegante, adatta a ogni percorso e a ogni occasione dell’anno. Basta poi scalare le marce e accelerare per scoprire l’altro volto della Scirocco R: un’auto dal DNA sportivo, in grado di passare da 0 a 100 km/h in soli 6,0 secondi e percorrere i primi 1.000 metri in 25,6 secondi, raggiungendo una velocità massima autolimitata di 250 km/h (a 6.320 giri).
Naturalmente anche questa Scirocco è disponibile con il cambio a doppia frizione (DSG). Chi opterà per l’innovativo DSG a 6 marce potrà sperimentare una Scirocco R ancora più grintosa, in grado di raggiungere 100 km/h in appena 5,8 secondi. Come spesso accade nelle vetture DSG, il vantaggio in termini di dinamicità e comfort non va assolutamente a incidere sui consumi e sulle emissioni; al contrario, come dimostrato dal consumo medio di 8,0 litri per 100 km (ciclo combinato) e dalle emissioni di CO2 di 187 g/km.

TELAIO
La Scirocco R è dotata, di serie, di uno speciale telaio sportivo e di un differenziale a bloccaggio elettronico trasversale (XDS), una sorta di ampliamento funzionale del bloccaggio elettronico del differenziale (EDS) integrato nell’ESP, che elimina efficacemente ogni perdita di trazione.
L’XDS compensa la tendenza al sottosterzo. Non appena l’elettronica riconosce che, a velocità elevata, la ruota anteriore interna alla curva inizia a perdere aderenza, l’impianto idraulico dell’ESP frena in modo mirato la ruota interessata per ripristinare in tal modo la trazione ottimale. L’XDS funge quindi da differenziale autobloccante trasversale, andando a compensare la tendenza al sottosterzo tipico delle vetture a trazione anteriore in fase di percorrenza delle curve a velocità sostenuta. Grazie all’XDS la guida della dinamica Scirocco R diventa quindi molto più precisa e stabile.
La configurazione delle sospensioni. La tenuta di strada perfetta e il comfort ottimale sono garantiti da un asse anteriore McPherson e da un asse posteriore a quattro bracci, una soluzione generalmente riconosciuta come ottimale per far conciliare al meglio nell’assetto confort e guida sportiva.
Il DCC ottimizza il rapporto tra comfort e dinamicità. Per la Scirocco R è disponibile a richiesta il sistema di regolazione adattiva dell’assetto (DCC). Il sistema gestisce la taratura dell’assetto, in modo costante e indipendente su ogni singola ruota, in base ai segnali inviati da tre sensori che rilevano le condizioni del fondo stradale. In fase di accelerazione, frenata o sterzata, la taratura dell’assetto viene irrigidita in frazioni di secondo, al fine di garantire le massime prestazioni in termini di dinamica di marcia. Grazie a questa regolazione automatica, il sistema DCC è in grado di fornire, nelle situazioni meno critiche dal punto di vista dinamico, un sensibile miglioramento del comfort, risolvendo così definitivamente il “conflitto” tra assetto sportivo più rigido e assetto più confortevole. Oltre al programma Normale, il sistema DCC consente al guidatore di scegliere tra le modalità Sport e Comfort.
Nuovo design per i cerchi R. Di serie, la Scirocco R è dotata di cerchi in lega leggera da 18 pollici dal nuovo design (“Talladega”), abbinati a pneumatici 235/40. Come optional, questi cerchi sono disponibili in versione da 19 pollici. Entrambe le combinazioni cerchi-pneumatici supportano la massima dinamica trasversale della nuova vettura.
Impianto frenante per le massime prestazioni di frenata. Anche l’impianto frenante è stato adattato alle prestazioni superiori della Scirocco R. Monta, infatti, dischi autoventilanti maggiorati, pinze dei freni di color nero lucido specifiche per la serie R, per garantire così prestazioni di decelerazione ottimali. Sull’asse anteriore i dischi hanno diametro di 345 mm e di 310 mm su quello posteriore. Anche il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) è stato modificato. Mediante il tasto ESP nella consolle centrale, è possibile passare alla nuova modalità Sport. In caso di guida ad elevata velocità e su percorsi ricchi di curve, come accade sui circuiti, l’ESP entra in funzione in modo meno “invasivo” assicurando così caratteristiche di handling e agilità ancor più sportive. Contemporaneamente il sistema antislittamento ASR, con la modalità Sport dell’ESP attiva, viene completamente disinserito. Anche il servosterzo elettromeccanico della Scirocco R è stato modificato a livello di mappatura, ora più sportiva.

DESIGN
Frontale con luci di marcia diurne a LED. Il design del frontale è caratterizzato da tre ampie prese d’aria, integrate nel paraurti disegnato appositamente per la Scirocco R, che assicurano un raffreddamento ottimale del motore e dei freni. Nell’area delle prese d’aria laterali sono state integrate, di serie, a destra e a sinistra, le luci di marcia diurne a LED di nuova progettazione. Anche in questo modello, la protezione della griglia del radiatore, discreta e distintiva è realizzata nell’elegante colore nero lucido. Sul frontale, così come sul portellone, la Scirocco R presenta il nuovo logo R, cromato su fondo nero. L’illuminazione ottimale della carreggiata è garantita dai fari Bi-Xenon, di serie, con indicatori di direzione integrati.
Posteriore con doppio terminale di scarico. La parte posteriore si distingue da tutte le altre Scirocco per lo spoiler sul tetto decisamente più grande e per il caratteristico diffusore nero lucido nella parte inferiore del paraurti dal tipico design R. Entrambi i componenti, riducono la portanza sull’asse posteriore. Si integrano molto armoniosamente al particolare design della parte posteriore anche i due terminali di scarico, ovali e cromati che, posti a sinistra e a destra, creano una separazione a livello visivo tra il diffusore nero e il paraurti verniciato in tinta con la carrozzeria. I gruppi ottici posteriori della nuova Scirocco R, inoltre, sono oscurati.
Linea elegante grazie ai nuovi cerchi R. La vista laterale è caratterizzata dalle pronunciate minigonne, verniciate in tinta con la carrozzeria, nonché dai nuovi cerchi in lega leggera R “Talladega” da 18 pollici. I cerchi lucidati a specchio a cinque razze triple sono molto particolari e paragonabili dal punto di vista visivo, proprio per la loro specificità e carattere, a quelli della Golf GTI (“Denver”). Lasciano inoltre intravedere l’impianto frenante maggiorato con le pinze color nero lucido e il caratteristico logo R. Come optional, la Volkswagen offre i cerchi “Talladega” (dal nome di un circuito statunitense) anche nella versione da 19 pollici. Come le pinze dei freni, anche gli specchietti retrovisori della Scirocco R sono, indipendentemente dalla tinta della carrozzeria, verniciati in colore nero lucido.

ABITACOLO
Gli interni della nuova Scirocco R sono impreziositi da dettagli eleganti. Come tutti i modelli R, anche questa coupé è dotata di inserti specifici per l’abitacolo, sedili sportivi (disponibili come optional anche rivestiti in pelle) e molti altri elementi che ne sottolineano il carattere dinamico: il tutto di serie. Nello specifico, la Scirocco R si differenzia dalle varianti fino a 210 CV per le seguenti dotazioni:
• Sedili sportivi, rivestiti in tessuto “Kyalami” (dal nome del circuito sudafricano di Formula 1), con il logo R sugli appoggiatesta anteriori in “Artgrey”. L’interno dei fianchetti dei sedili è in microfibra grigio cristallo.
• Inserti in alluminio sul cruscotto con logo R e inserti di colore nero lucido sulla consolle centrale, maniglie delle porte, pomello del cambio, bocchette dell’aria e sulle razze del volante.
• Impugnatura della leva del freno a mano e leva del cambio rivestita in pelle, con cuciture in “Artgrey”.
• Listelli sottoporta in alluminio con logo R.
• Strumentazione con illuminazione bianca e lancette blu; scala tachimetro fino a 300 km/h.
• Volante multifunzione in pelle, appiattito nella parte inferiore, con design R (tre razze, rivestimento in pelle traforata nella parte superiore e inferiore, impugnature a destra e sinistra), con cuciture in “Artgrey”, logo R sulla razza inferiore e tasti multifunzione sulle razze trasversali. Ordinando la Scirocco R in versione DSG, il volante è dotato dei tasti +/- del cambio.

DOTAZIONE
La Scirocco è, già di per sé, molto ben equipaggiata. Di serie è dotata infatti di sei airbag, ESP con assistenza al controsterzo, servosterzo elettromeccanico, luci di marcia diurne, climatizzatore semiautomatico (“Climatic”), chiusura centralizzata con telecomando e alzacristalli elettrici, per citare solo alcune dotazioni. Nella Scirocco R, a questo elenco vanno aggiunti numerosi altri elementi come quelli elencati qui di seguito:
• Fari Bi-Xenon con luci di svolta statiche, regolazione dinamica della profondità, impianto lavafari e spia di livello del liquido tergicristalli.
• Climatizzatore automatico (“Climatronic”) con regolazione indipendente lato destro e sinistro e funzione di ricircolo automatico.
• Sistema radio-CD RCD310 (4 x 20 Watt) con otto altoparlanti, lettore CD, funzione di riproduzione MP3 con visualizzazione dei brani, doppio sintonizzatore con diversity di fase per la massima ricezione radio e presa multimediale AUX-IN nella consolle centrale.
• Pacchetto “Luci” con due luci nel vano piedi anteriore, attivazione/disattivazione automatica delle luci di marcia (incl. funzione “Coming home” e “Leaving home”), specchietto retrovisore interno con funzione antiabbagliamento e sensore pioggia.
• Spia controllo pressione pneumatici.
• Luci di marcia diurne a LED.

Scirocco R

Tipo di motore 4 cilindri benzina (TSI), 1.984 cm3
Potenza max. al regime di 265 CV da 6.000 giri
Coppia max. al regime di 350 Nm a partire da 2.500 giri
Accelerazione 0-100 km/h 6,0 sec.
Velocità max 250 km/h
Consumo combinato 8,1 l/100 km
Lunghezza 4.248 mm
Larghezza 1.820 mm
Altezza 1.394 mm
Peso a vuoto 1.344 kg
Cambio 6+R, manuale
Trazione Anteriore
Pneumatici 235/40 R 18 W

Scirocco R DSG

Tipo di motore 4 cilindri benzina (TSI), 1.984 cm3
Potenza max. al regime di 265 CV da 6.000 giri
Coppia max. al regime di 350 Nm a partire da 2.500 giri
Accelerazione 0-100 km/h 5,8 sec.
Velocità max 250 km/h
Consumo combinato 8,0 l/100 km
Lunghezza 4.248 mm
Larghezza 1.820 mm
Altezza 1.394 mm
Peso a vuoto 1.364 kg
Cambio 6+R, DSG
Trazione Anteriore
Pneumatici 235/40 R 18 W

Inizio commercializzazione: novembre 2009
Prezzo chiavi in mano:
€ 35.700 cambio manuale
€ 37.500 cambio automatico

Motorizzazioni:
2.0 TSI 265 CV cambio manuale 6 rapporti
2.0 TSI 265 CV cambio automatico DSG 6 rapporti

Principali equipaggiamenti di serie:
• 2 terminali di scarico a sezione ovale (destra/sinistra)
• Assetto sportivo
• Battitacco in alluminio con logo “R”
• Bracciolo centrale anteriore
• Cerchi in lega 8 J x 18” “Talladega” con pneumatici 235/40 R18
• Climatronic
• Cristalli posteriori oscurati
• Fari bi-xeno e luci diurne a LED integrate nel paraurti
• Gruppi ottici posteriori oscurati
• Inserti in alluminio “Silver Lane” sulla plancia
• Minigonne e spoiler nel colore carrozzeria
• Navigatore satellitare RNS510
• Pacchetto luci e visibilità
• Pedaliera sportiva in acciaio
• Sedili anteriori sportivi riscaldabili in tessuto “Kyalami” con logo “R” e interno fianchi in
microfibra “San Remo”
• Sensori di parcheggio
• Volante multifunzione rivestito in pelle con logo “R” (con paddles per DSG)
• XDS, differenziale a bloccaggio elettronico trasversale

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. edi_teslic

    12 Dicembre 2009 at 12:44

    Io sono un appasionato della Volkswagen, e in particolare mi piaciono la Scirocco, la Golf GTI e la Passat CC.
    Ma questa e la piu bella Volkswagen da molto tempo.
    Con quelli paraurti fa paura anche a una Ferrari 😛
    Il problema e che bisogna avere almeno 40.000€ in tasca per comprarla.
    Costa tanto pe una Volkswagen, ma se la guardi come una vera sportiva allora rispetto ad altre sportive e anche conveniente.
    Tanti saluti!
    P.S. L’articolo e ottimo, molto dettagliato, in stile da vero appasionato. Bravo

Articoli correlati