Porsche 911 Turbo S, quando la potenza non è mai sufficiente

A marzo Porsche farà esordire uno dei suoi modelli più attesi dell’anno: la 911 Turbo S, diretta erede della versione Turbo. Come saprete, la “S” del nome denota le gamme della casa tedesca dotate di un particolare sprint sotto al cofano e questa speciale 911 non fa certo eccezione. Il sei cilindri passa da 500 a 500 CV, mentre la coppia massima tocca i 700 Nm di coppia. Ovviamente questo ha un effetto a dir poco benefico sull’accelerazione, che così permette di passare da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e da 0 a 200 in 10,8, in pratica il tempo che un’auto normale impiega a raggiungere la metà di quella velocità.. La punta massima è un impressionante 315 km/h.

Nonostante tutta questa potenza, però, Porsche ha cercato di tenere sotto controllo le emissioni nocive e il consumo di carburante, che con i suoi 11,4 litri ogni 100 km rimane sugli stessi standard della 911 Turbo “normale”. Altri dettagli succosi riguardano i freni in ceramica composita, le luci dinamiche orientabili, cerchioni RS Spyder da 19 pollici, volante a tre raggi, sedili sportivi, cruise control, sistema stereo con CD e DVD e speciali innesti in belle disponibili nei colori Nero/Crema o Nero/Blu Titanio.

Offerta nelle versioni coupé e convertibile, verrà lanciata il prossimo maggio e i prezzi in Germania, comprensivi di tasse, saranno rispettivamente di 173.241 € e 184.546 €.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati