WP_Post Object ( [ID] => 9053 [post_author] => 8 [post_date] => 2010-06-01 01:05:55 [post_date_gmt] => 2010-05-31 23:05:55 [post_content] => La Bmw 530d, della gamma Serie-5, avrebbe superato senza problemi un delicato crash test che la casa bavarese aveva preparato per testare la sua nuova tecnologia di frenata automatica. Il test è stato condotto nell’impianto della Deutscher Kraftfahrzeug-Überwachungs-Verein a Neumünster, vicino ad Amburgo. In caso di potenziale collisione con il veicolo che precede, il guidatore riceve innanzitutto un avvertimento preliminare mediante l’illuminazione di un simbolo rosso sul cruscotto e sul Head-up display. Allo stesso tempo, viene precaricato il sistema frenante e abbassato il livello minimo di innesco dell’assistenza alla frenata idraulica. Ciò assicura che, in caso di emergenza, la pressione dei freni aumenterà più rapidamente quando il guidatore premerà il pedale, riducendo così la distanza di frenata in maniera significativa. Se il pericolo di collisione è imminente, inizia la seconda fase dell’avvertimento. In situazioni che richiedono un intervento particolarmente rapido da parte del guidatore, oltre all’avvertimento visivo il sistema attiva anche un segnale acustico. Qualora il guidatore non dovesse ancora reagire alla richiesta di frenata, viene attivata una procedura di ritardo limitato: la vettura frena per 1,2 secondi con una decelerazione ridotta, in modo che la velocità sia ridotta già prima che il guidatore possa azionare i freni pretensionati. In base alle informazioni fornite dal sensore radar del sistema Active Cruise Control (ACC Stop & Go) presente sulla nuova BMW Serie 5, il sistema rileva quando una collisione non può più essere evitata qualunque sia la reazione del conducente. In questo caso, una frenata di emergenza attivata automaticamente assicura che la velocità al momento della collisione sia comunque ridotta in maniera significativa. Per quanto riguarda la decelerazione, anche gli occupanti assumono una posizione più avanzata. Tuttavia, il beneficio più importante nel caso di una collisione con frenata automatica, è la notevole riduzione della severità dell’impatto, riducendo così in maniera significativa le conseguenze per tutti gli occupanti. [post_title] => Bmw Serie-5: collaudata con successo la frenata automatica [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => bmw-serie-5-collaudata-con-successo-la-frenata-automatica [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2010-06-01 01:05:55 [post_modified_gmt] => 2010-05-31 23:05:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=9053 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bmw Serie-5: collaudata con successo la frenata automatica

Bmw Serie-5: collaudata con successo la frenata automatica

La Bmw 530d, della gamma Serie-5, avrebbe superato senza problemi un delicato crash test che la casa bavarese aveva preparato per testare la sua nuova tecnologia di frenata automatica. Il test è stato condotto nell’impianto della Deutscher Kraftfahrzeug-Überwachungs-Verein a Neumünster, vicino ad Amburgo.

In caso di potenziale collisione con il veicolo che precede, il guidatore riceve innanzitutto un avvertimento preliminare mediante l’illuminazione di un simbolo rosso sul cruscotto e sul Head-up display. Allo stesso tempo, viene precaricato il sistema frenante e abbassato il livello minimo di innesco dell’assistenza alla frenata idraulica. Ciò assicura che, in caso di emergenza, la pressione dei freni aumenterà più rapidamente quando il guidatore premerà il pedale, riducendo così la distanza di frenata in maniera significativa.

Se il pericolo di collisione è imminente, inizia la seconda fase dell’avvertimento. In situazioni che richiedono un intervento particolarmente rapido da parte del guidatore, oltre all’avvertimento visivo il sistema attiva anche un segnale acustico. Qualora il guidatore non dovesse ancora reagire alla richiesta di frenata, viene attivata una procedura di ritardo limitato: la vettura frena per 1,2 secondi con una decelerazione ridotta, in modo che la velocità sia ridotta già prima che il guidatore possa azionare i freni pretensionati.

In base alle informazioni fornite dal sensore radar del sistema Active Cruise Control (ACC Stop & Go) presente sulla nuova BMW Serie 5, il sistema rileva quando una collisione non può più essere evitata qualunque sia la reazione del conducente. In questo caso, una frenata di emergenza attivata automaticamente assicura che la velocità al momento della collisione sia comunque ridotta in maniera significativa.

Per quanto riguarda la decelerazione, anche gli occupanti assumono una posizione più avanzata. Tuttavia, il beneficio più importante nel caso di una collisione con frenata automatica, è la notevole riduzione della severità dell’impatto, riducendo così in maniera significativa le conseguenze per tutti gli occupanti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati