WP_Post Object ( [ID] => 9817 [post_author] => 13 [post_date] => 2010-06-25 15:30:50 [post_date_gmt] => 2010-06-25 13:30:50 [post_content] => Ammicca, alletta, ammalia: il segmento delle berline-coupé, nato in pompa magna nel 2004, quando Mercedes tentò la bonifica di un terreno che mai taluno s'aveva arrischiato di percorrere, con la prima generazione di CLS, oggi si presenta come un interessante – per proposte – e ricettivo – per contratti d'acquisto – prato piantumato: talmente fertile da poter accogliere, per ora, le proposte di numerosi costruttori, anche nuovi all'impresa. Sicché, dopo la tendenza del SUV io-ce-l-ho-più-alto-del-tuo, oggi la moda nuova della classe bene della piazza automotive è la tre volumi con il tetto che declina, la fastback con il comfort delle cinque porte. Persino Bentley, il costruttore di Crewe così poco inquinato dalle movenze della borghesia, ha pensato di realizzare una rivale di Porsche Panamera: o meglio, di coniugare la nuova Continental – con forte probabilità debutterà nel 2012 – in nuove forme, di confezionarne una variante fastback: la classificazione che identifica le vetture che hanno un tetto fortemente declinante, un bagagliaio sotto il portellone e due soli volumi. Chi presuppone che il paradigma da prendere a modello sia la limitata Continental Shooting Brake, verrà smentito dal fatto che, a Crewe, i manager Bentley preferiscano assicurare alla propria selezionata clientela la pregiata comodità delle cinque porte. Chi ipotizza la sostituzione definitiva della variante Flying Spur, rimarrà stupito al conoscere l'attaccamento affettivo del costruttore per la carrozzeria raffinata ed elegante per eccellenza. Perciò, probabilmente abbondantemente dopo il 2012, in listino si faranno la corte reciproca tre berline di lusso, conteggiando anche la più importante Mulsanne. Trapelano già, inoltre, alcuni dettagli: trazione ancora ripartita sulle quattro ruote – sulla nuova generazione di Bentley Continental –, motori V12, dotazione tecnica presa in affitto dalle odierne varianti Supersport ed una matita che sarà un'evoluzione della recente produzione, in ossequio alla più raffinata delle imposizioni di un'impronta automobilistica: piacciono davvero le berline con il tetto rastremato, le coupé con la coppia di portiere in eccesso, le fastback da famiglia? [post_title] => Bentley: dal 2012, una Continental rivale diretta di Porsche Panamera [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => bentley-dal-2012-una-continental-rivale-diretta-di-porsche-panamera [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2010-06-25 09:00:19 [post_modified_gmt] => 2010-06-25 07:00:19 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=9817 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bentley: dal 2012, una Continental rivale diretta di Porsche Panamera

Bentley: dal 2012, una Continental rivale diretta di Porsche Panamera

Ammicca, alletta, ammalia: il segmento delle berline-coupé, nato in pompa magna nel 2004, quando Mercedes tentò la bonifica di un terreno che mai taluno s’aveva arrischiato di percorrere, con la prima generazione di CLS, oggi si presenta come un interessante – per proposte – e ricettivo – per contratti d’acquisto – prato piantumato: talmente fertile da poter accogliere, per ora, le proposte di numerosi costruttori, anche nuovi all’impresa.

Sicché, dopo la tendenza del SUV io-ce-l-ho-più-alto-del-tuo, oggi la moda nuova della classe bene della piazza automotive è la tre volumi con il tetto che declina, la fastback con il comfort delle cinque porte. Persino Bentley, il costruttore di Crewe così poco inquinato dalle movenze della borghesia, ha pensato di realizzare una rivale di Porsche Panamera: o meglio, di coniugare la nuova Continental – con forte probabilità debutterà nel 2012 – in nuove forme, di confezionarne una variante fastback: la classificazione che identifica le vetture che hanno un tetto fortemente declinante, un bagagliaio sotto il portellone e due soli volumi.

Chi presuppone che il paradigma da prendere a modello sia la limitata Continental Shooting Brake, verrà smentito dal fatto che, a Crewe, i manager Bentley preferiscano assicurare alla propria selezionata clientela la pregiata comodità delle cinque porte. Chi ipotizza la sostituzione definitiva della variante Flying Spur, rimarrà stupito al conoscere l’attaccamento affettivo del costruttore per la carrozzeria raffinata ed elegante per eccellenza. Perciò, probabilmente abbondantemente dopo il 2012, in listino si faranno la corte reciproca tre berline di lusso, conteggiando anche la più importante Mulsanne.

Trapelano già, inoltre, alcuni dettagli: trazione ancora ripartita sulle quattro ruote – sulla nuova generazione di Bentley Continental –, motori V12, dotazione tecnica presa in affitto dalle odierne varianti Supersport ed una matita che sarà un’evoluzione della recente produzione, in ossequio alla più raffinata delle imposizioni di un’impronta automobilistica: piacciono davvero le berline con il tetto rastremato, le coupé con la coppia di portiere in eccesso, le fastback da famiglia?

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati