Centenario Alfa Romeo, inaugurata la statua celebrativa a Fiera Milano

Centenario Alfa Romeo, inaugurata la statua celebrativa a Fiera Milano

È stata inaugurata sabato scorso, nel corso delle celebrazioni per il centenario di Alfa Romeo a Milano, una statua di bronzo posta nell’area della Fiera della città meneghina a Rho. Il nome della scultura è “Disco Volante” e prende direttamente ispirazione dalla storica Alfa Romeo 1900 C52 Spider, detta appunto Disco Volante per le sue forme sinuose e per la copertura quasi a scomparsa degli archi delle ruote, che rendeva un affascinante effetto di “volo” alla vettura. Donata dal Registro Italiano Alfa Romeo (Riar), è stata studiata dal Centro Stile Alfa Romeo e progettata dagli architetti Monica Mariani e Claudio Lo Passo, i quali hanno realizzato il basamento su cui spicca una targa riportante le tappe storiche più significative della casa milanese e del Riar.

Nella base della statua è stato inserito un contenitore sigillato con all’interno una pergamena riportante i nomi di tutti i realizzatori della scultura. Ognuno di essi ha ricevuto un modellino scala 1/43 a tiratura limitata, mentre altri 100 modellini in scala 1/10 saranno distribuiti con la firma degli autori. Infine il Maestro Agostino Bonalumi ha dato il suo personalissimo contributo realizzando le due steli che si vedono dietro alla struttura, le quali hanno il compito di bilanciare, grazie alla loro forma slanciata, le linee curve e dolci della “Disco Volante”.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • T team A&D ha detto:

      Gli architetti Monica Mariani e Claudio Lo Passo non sono i progettisti del basamento .Il basamento è stato progettato dallo studio ” Torno Team Architettura & design ” infatti ritroverete loro citati nell’elenco delle persone a cui vanno i ringraziamenti per il contributo sul libro pubblicato per l’evento dalle edizioni” Il Cigno Galileo Galilei” e non Mariani Lo Passo

    Articoli correlati