Alfa Romeo: Volkswagen vorrebbe acquistare la casa milanese

Alfa Romeo: Volkswagen vorrebbe acquistare la casa milanese

Alfa Romeo: Volkswagen vorrebbe acquistare la casa milanese

La notizia, se confermata, avrebbe del clamoroso. Secondo Automobilwoche, autorevole giornale tedesco, il gruppo Volkswagen avrebbe la seria intenzione di provare ad acquistare il marchio Alfa Romeo dalla Fiat. La voce è stata riportata anche da diversi blog americani, tra cui Carscoop, e ha iniziato a fare il giro del globo. Nonostante un portavoce abbia già ribadito pochi giorni fa alla Reuters che il gruppo italiano non ha la minima intenzione di privarsi del marchio del Biscione, fresco di festeggiamenti per il suo centenario, il clamore ha continuato a crescere. Del resto la mossa per Volkswagen avrebbe perfettamente senso, dato che il colosso tedesco ha già dichiarato, in tempi non sospetti, di voler diventare il più grosso distributore di auto del mondo entro il 2018.

Secondo Carscoop, la Volkswagen avrebbe da parte, citiamo letteralmente, un gruzzoletto per i “giorni di pioggia” di circa 22,3 miliardi di dollari americani, teoricamente più che sufficienti per acquisire un nuovo marchio senza particolari problemi. Sempre Automobilwoche avrebbe riportato le parole di un non meglio precisato dirigente Volkswagen che avrebbe dichiarato: «Se avessimo un simile tesoretto, non dovremmo esitare… troppo a lungo.»

Un altro dei motivi che spingerebbe la compagnia teutonica all’assalto di Alfa è la difficoltà che Seat sta incontrando a diffondere le sue vetture al di fuori del mercato spagnolo. Per questo motivi i dirigenti avrebbero pensato che una casa con la storia e il fascino di Alfa potrebbe dare alla compagnia quel “pepe” in più che Seat non è in grado di fornire. Sarà però disposta Fiat a cedere uno dei suoi fiori all’occhiello, per non dire una delle case su cui più si fa affidamento, in un modo o nell’altro, per la diffusione dell’auto italiana negli Stati Uniti? Difficile, per non dire impossibile.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati