Porsche, al lavoro su una piattaforma per il Gruppo Volkswagen

Porsche, al lavoro su una piattaforma per il Gruppo Volkswagen

Porsche, al lavoro su una piattaforma per il Gruppo Volkswagen

Secondo alcune recenti indiscrezioni, Porsche avrebbe ricevuto la commissione di una piattaforma da parte del padrone azionario, il Gruppo Volkswagen. Tutto ciò è da ricondursi ad una precedente sessione di ipotetico vociare, nella quale si asseriva d’una diffusione del pianale di Porsche Panamera ad altre automobili dell’agglomerato di marchi, che fanno capo al colosso di Wolfsburg.

La realtà è più complessa. Forse, meno drammatica. Porsche avrebbe, infatti, vinto una sorta di concorso industriale interno al Gruppo Volkswagen, che la vedeva contrapposta ad Audi. Il successo comporterebbe, per la casa automobilistica di Zuffenhausen, la realizzazione pragmatica di una piattaforma modulare da divulgare all’interno del coacervo di veicoli. Nota Bene: non un pianale qualsiasi, bensì la base per tutte le automobili sportive di fascia alta annoverate nella lista lunga di veicoli del colosso teutonici: Porsche, Bentley, Bugatti…

Questa piattaforma, definita MSB (l’equivalente tedesco di Modular Standard Board), sarebbe realizzata per accogliere motori in posizione anteriore, con asse longitudinale o trasversale. Ergo, non sarebbe sfruttabile per Porsche 911 (fortunatamente, un po’ d’identità), ma per Porsche Cayenne (terza generazione) e per Porsche Panamera (seconda generazione), nonché su un inedito veicolo Bentley.

La scelta di far realizzare una piattaforma di tale tipologia, specifica per i veicoli sportivi o spacciati come tali, muove da due ragioni particolari. La prima: Porsche avrebbe, alle spalle, una lunga tradizione ed esperienza con automobili e componenti tecnico-meccanici prestazionali. Un vantaggio per Volkswagen (vogliamo mettere il blasone annesso e connesso?). La seconda: l’economia industriale di scala abbatterebbe i costi di realizzazione, con la diffusione a macchia d’olio trasversale del pianale in giro per i brand del colosso Volkswagen.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati