WP_Post Object ( [ID] => 11982 [post_author] => 8 [post_date] => 2010-09-23 09:12:09 [post_date_gmt] => 2010-09-23 07:12:09 [post_content] => Aci, insieme ad altri sedici Automobile Club europei, ha appena presentato i risultati dell'Eurotest 2010, l'iniziativa il cui compito è di verificare e valutare i cantieri stradali nelle grandi città europee secondo criteri di sicurezza, efficienza e intralcio alla viabilità e al traffico. Un problema che colpisce soprattutto noi guidatori di tutti i giorni. Il risultato della ricerca è piuttosto confortante: su 57 cantieri sparsi in 12 città europee (Roma, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Lubiana, Lussemburgo, Madrid, Monaco, Parigi, Vienna e Zurigo), solamente cinque sono risultati non soddisfacenti secondo i parametri stabiliti dall'associazione. Il peggiore di tutti, valutato con “scarso” si trova a Madrid. Roma, invece, ha ottenuto quattro votazioni sufficienti su cinque cantieri, raccogliendo una sola insufficienza. Risultato incoraggiante, anche se, onestamente, si può ancora fare meglio, dato che in Europa è stato possibile trovare ben 28 cantieri valutati con “buono”. Ad ogni modo Enrico Gelpi, presidente dell'Aci, si è mostrato molto soddisfatto per il risultato ottenuto. «I cantieri per l’ammodernamento delle infrastrutture di trasporto – ha dichiarato Gelpi – non sempre sono stati progettati e realizzati pensando agli standard qualitativi e di sicurezza dei flussi in transito. L’indagine Aci-Eurotest dimostra un’inversione di tendenza rispetto al passato: l’attenzione e ai tempi del cantiere cerca oggi un compromesso con l’efficienza del sistema di mobilità locale. Ne beneficiano soprattutto gli automobilisti che devono sopportare meno code con minori rischi di incidente, a tutto vantaggio dell’ambiente. È auspicabile che questo approccio contraddistingua anche i cantieri stradali di Milano per l’Expo 2015.» Un invito e una speranza. In fondo una migliore viabilità fa comodo a tutti. [post_title] => Traffico: Aci promuove i cantieri romani. «Auspicabile un simile approccio per l'Expo 2015» [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => traffico-aci-promuove-i-cantieri-romani-%c2%abauspicabile-un-simile-approccio-per-lexpo-2015%c2%bb [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2010-09-23 08:47:14 [post_modified_gmt] => 2010-09-23 06:47:14 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=11982 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Traffico: Aci promuove i cantieri romani. «Auspicabile un simile approccio per l’Expo 2015»

Traffico: Aci promuove i cantieri romani. «Auspicabile un simile approccio per l’Expo 2015»

Aci, insieme ad altri sedici Automobile Club europei, ha appena presentato i risultati dell’Eurotest 2010, l’iniziativa il cui compito è di verificare e valutare i cantieri stradali nelle grandi città europee secondo criteri di sicurezza, efficienza e intralcio alla viabilità e al traffico. Un problema che colpisce soprattutto noi guidatori di tutti i giorni. Il risultato della ricerca è piuttosto confortante: su 57 cantieri sparsi in 12 città europee (Roma, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Lubiana, Lussemburgo, Madrid, Monaco, Parigi, Vienna e Zurigo), solamente cinque sono risultati non soddisfacenti secondo i parametri stabiliti dall’associazione.

Il peggiore di tutti, valutato con “scarso” si trova a Madrid. Roma, invece, ha ottenuto quattro votazioni sufficienti su cinque cantieri, raccogliendo una sola insufficienza. Risultato incoraggiante, anche se, onestamente, si può ancora fare meglio, dato che in Europa è stato possibile trovare ben 28 cantieri valutati con “buono”. Ad ogni modo Enrico Gelpi, presidente dell’Aci, si è mostrato molto soddisfatto per il risultato ottenuto.

«I cantieri per l’ammodernamento delle infrastrutture di trasporto – ha dichiarato Gelpi – non sempre sono stati progettati e realizzati pensando agli standard qualitativi e di sicurezza dei flussi in transito. L’indagine Aci-Eurotest dimostra un’inversione di tendenza rispetto al passato: l’attenzione e ai tempi del cantiere cerca oggi un compromesso con l’efficienza del sistema di mobilità locale. Ne beneficiano soprattutto gli automobilisti che devono sopportare meno code con minori rischi di incidente, a tutto vantaggio dell’ambiente. È auspicabile che questo approccio contraddistingua anche i cantieri stradali di Milano per l’Expo 2015.»

Un invito e una speranza. In fondo una migliore viabilità fa comodo a tutti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Coppa Milano-Sanremo: 28 – 30 marzo 2019

Presentata ieri l'11° edizione della rievocazione storica della gara più antica d'Italia
Lungo un percorso di oltre 600 chilometri, la manifestazione si snoderà tra Lombardia, Piemonte e Liguria, toccando città e paesaggi dal