Salone di Parigi 2010: Toyota Verso S

Il velo è stato tolto anche dalla Toyota Verso S, un’auto che a una prima occhiata sembrerebbe una via di mezzo tra la Jazz e la iQ appena uscita dal suo facelift. Si tratta di un’auto molto compatta, solamente 2.550 mm di passo, che nonostante l’etichetta di più corto MPV di segmento B in Europa promette di poter riservare un considerevole spazio sia per i passeggeri, sia per il carico, grazie all’idea di disposizione intelligente della compagnia giapponese.

All’interno il cruscotto si sviluppa su due livelli ed è dotato di decorazioni in metallo e un touchscreen da 6,1 pollici. I sedili posteriori, organizzati con un rapporto di 60:40, possono essere ribaltati con i loro pratici comandi “one-touch”, regalando così allo scompartimento posteriore uno spazio di ben 1.388 litri.

Sotto il cofano romba un motore 1.33 litri Dual VVT-i a benzina che sviluppa una potenza di 98 Cv e una coppia di 126 Nm. La trasmissione è associata ad un cambio manuale a sei marce e in ciclo combinato può percorrere fino a 22 km con un litro di combustibie ed emettere nell’aria 127 g/km di CO2. Nella versione CVT questi valori vengono ulteriormente migliorati a 23 km a litro e 120 g/km di CO2.

Non ci sono ancora notizie sui prezzi, ma la Verso S verrà lanciata il prossimo febbraio in tutti i concessionari del gruppo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Mirko

    1 Ottobre 2010 at 15:28

    “Si tratta di un’auto molto compatta, solamente 2.550 mm di lunghezza” Peccato che quella misura si riferisca al passo…

  2. Lorenzo V. E. Bellini

    1 Ottobre 2010 at 16:45

    Hai ragione. Correggo subito e scusate la svista. ^^”

Articoli correlati