Salone di Los Angeles 2010, il punto della situazione

Salone di Los Angeles 2010, il punto della situazione

Salone di Los Angeles 2010, il punto della situazione

Frettolosamente si avvicina l’edizione annuale del Salone di Los Angeles, che si svolgerà tra il 19 ed il 28 novembre 2010. Si fa sempre più interessante, nel contempo, il volume di novità che saranno presentate proprio alla kermesse statunitense, alcune riservate soltanto al mercato nordamericano, altre, invece, destinate ad arrivare in buona parte del mondo. Facciamo il punto della situazione, o almeno tentiamo di farlo, di quella che potrebbe essere un’altra manifestazione cruciale per la ripresa dell’emisfero automotive, dopo il Salone di Parigi 2010.

Innanzitutto, al Salone di Los Angeles 2010 saranno presentate ufficialmente la nuova Volkswagen Eos restyling, il nuovo SUV Saab 9-4X, la nuova berlina Chrysler 200, la versione cinque porte del nuovo SUV Land Rover Range Rover Evoque, la versione statunitense dell’utilitaria Fiat 500, la nuova Kia Optima Hybrid, la nuova sportiva Mercedes CLS 63 AMG, la concept car sportiva Mazda Shinari, responsabile dell’introduzione del nuovo capitolo stilistico della casa automobilistica giapponese, la monovolume Nissan Quest e la variante specificatamente dedicata agli Stati Uniti della berlina compatta Hyundai Elantra.

Per quanto riguarda altri modelli inediti, pare che Chrysler mostrerà per la prima volta anche la nuova 200 Cabrio e che Nissan esporrà la berlina Ellure e la concept car Murano CrossCabriolet. A fianco di queste automobili più rilevanti, le case automobilistiche porteranno al Salone di Los Angeles 2010 anche altri modelli, già presentati ma importanti in egual modo: tra le tante, BMW X3, Mercedes CLS, Audi A7 Sportback, Porsche 911 Speedster e Porsche 911 Carrera GTS, Jaguar C-X75 e via di seguito.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati