Bentley Continental Flying Spur e Speed Series 51

La casa automobilistica di Crewe, in Gran Bretagna, dopo aver ufficializzato l’intervento di aggiornamento per la coupé Continental GT, con il restyling mostrato al Salone di Parigi 2010, qualche settimana fa, si è occupata della variante berlina della stessa piattaforma, indicata con il nome Continental Flying Spur, offrendone una nuova edizione speciale, come solo i brand di lusso (in special modo inglesi) sanno fare. L’appellativo per riconoscere questa versione dalle più comuni (per quanto lo siano)? La dicitura Series 51.

Sono quattordici le combinazioni proposte da Bentley per Continental Flying Spur Series 51 e Continental Flying Spur Speed Series 51 tra colorazione interna ed esterna, un po’ come fanno il programma Individual di BMW o quello Designo di Mercedes. Mischiando colori e rivestimenti interni, decorazioni e materiali, la casa automobilistica ha creato, per i clienti di Bentley Continental Flying Spur, quattordici differenti matrici, che esprimono tutta la raffinatezza e l’eleganza, l’aplomb, in una parola, del costruttore inglese e, più in generale, del gentleman driver.

Unitamente a questi paradigmi speciali, vengono proposti alcuni nuovi optional, come il seggiolino per i bimbi in pellame, nuovi inserti decorativi lignei, nuovi cerchi in lega o la decorazione per la pinza freno. E via di seguito (nel fasto più sfrenato). Per terminare, il fabbricante di Crewe, che fa parte del Gruppo Volkswagen, ha sfruttato l’occasione per introdurre per tutta la gamma di Bentley Continental Flying Spur (e, dunque, non soltanto le versioni speciali Series 51) e per quella delle versioni SuperSport il nuovo sistema di infotainment, con schermo touch-screen da otto pollici di dimensioni e hard-disk da 30 gigabyte di capacità.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati