Salone di Los Angeles 2010: Mercedes CLS 63 AMG

La casa automobilistica di Stoccarda, Mercedes, ha ufficialmente presentato la nuova generazione di Mercedes CLS, qualche settimana fa, al Salone di Parigi 2010, e proprio in queste ore, al Salone di Los Angeles 2010, la storia si ripete: il debutto, questa volta, include anche la versione sportiva CLS 63 AMG, che viene svelata in anteprima mondiale e che verrà commercializzata durante l’anno venturo, a partire da un punto non ben precisato della prima metà.

La nuova Mercedes CLS 63 AMG è riconoscibile per la caratterizzazione sportiva che riceve all’esterno: nuovi paraurti specifici, nuovi cerchi in lega da 19 pollici, nuove appendici aerodinamiche, nuovi terminali di scarico, nuovo spoiler, nuovo diffusore posteriore, nuovi badge identificativi. Inoltre, all’interno, l’ambiente della nuova CLS 63 AMG viene surriscaldato da inserti decorativi in fibra di carbonio (specifici della versione Launch Edition), dalla pedaliera in alluminio, dai sedili sportivi e dal volante sportivo in pellame.

L’assale posteriore viene mosso da un motore installato sotto il cofano anteriore: si tratta del nuovo 5,5 litri benzina, con otto cilindri disposti a V e doppia sovralimentazione, dotato di 518 cavalli e 700 Nm di coppia in condizione standard o di 550 cavalli e 800 Nm di coppia massima quando presente il kit Performance Package. La trasmissione è un’automatica doppia frizione a sette velocità, denominata Speedshift TCT. Le sospensioni? La nuova Mercedes CLS 63 AMG viene equipaggiata di serie con il sistema Adaptive Suspension, che permette di modificare le impostazioni in tre differenti parametri.

La berlina-coupé sportiva CLS 63 AMG passa da zero a cento chilometri orari in 4,4 secondi e raggiunge la velocità massima di 250 chilometri orari, mentre la nuova Mercedes CLS 63 AMG con Performance Package scatta da zero a cento chilometri orari in 4,3 secondi e tocca la velocità massima di 300 chilometri orari.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati