WP_Post Object ( [ID] => 14228 [post_author] => 8 [post_date] => 2010-12-08 11:46:47 [post_date_gmt] => 2010-12-08 09:46:47 [post_content] => Sarà forse colpa degli abitacoli, sempre più confortevoli e attrezzati, ma girare in auto da sempre dona ai guidatori un falso senso di sicurezza. Una sensazione che causa spesso incidenti gravissimi, facendoci dimenticare che basta andare a 40 km/h per fare danni (anche meno). Sarà per questo che, secondo una recente ricerca ACI, meno della metà dei bambini viaggiano in automobile senza il seggiolino di sicurezza. Non è certo colpa loro, ma di alcuni genitori poco responsabili troppo attenti a mettere il maglioncino di lana e troppo poco prudenti quando il pargoletto si trova con loro in autostrada a viaggiare come dei missili. Secondo l'ACI, ben 4 bambini su 10 non utilizzano il seggiolino di sicurezza, contro l'88% degli adulti che invece usano le cinture di sicurezza. Una mossa quanto meno ipocrita. Agghiacciante, però, è anche un altro dato: la percentuale dei bambini con seggiolino scende addirittura della metà quando ci si trova in città. Uno penserebbe che dove si va più lentamente, si dovrebbe stare più sicuri. Niente di più falso, dato che il 70% degli incidenti stradali è concentrato nei centri urbani. Le cause di questa grave mancanza? Spesso è la fretta, unita alla brevità del tragitto (“Che vuoi che possa succedere in cinque minuti di strada?”) e ai capricci degli stessi pargoli, di fronte ai quali i genitori preferiscono arrendersi, considerando il “particolare” della sicurezza poco importante. Peccato che nel 2009 siano stati registrate ben 20 vittime stradali tra i bambini (un'intera classe scolastica) e oltre 5.000 feriti, anche gravi. La ricerca, denominata “TrasportACI Sicuri”, ha anche evidenziato una certa rilevanza geografica di queste mancanze. A Verona, per esempio, il 64% dei bimbi è trasportato in sicurezza (percentuale sempre troppo bassa, va detto) e il 94% degli adulti utilizza le cinture. A Catania, invece, la ricerca ha evidenziato solamente un utilizzo da parte del 33% dei pargoli del seggiolino e del 73% delle cinture da parte degli adulti, a fronte della media nazionale dell'88%. L'obiettivo di TrasportACI Sicuri è di sensibilizzare l'opinione pubblica a migliorare le condizioni di viaggio proprie e dei bambini. Del resto è inutile che ci preoccupiamo della giacca pesante ad aprile se poi piazziamo i nostri figli su delle scatole di alluminio lanciate in tangenziale a 100 km/h per andare al centro commerciale. Foto: Flickr [post_title] => ACI: solo 4 bambini su 10 viaggiano in auto con il seggiolino [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => aci-solo-4-bambini-su-10-viaggiano-in-auto-con-il-seggiolino [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2010-12-08 11:46:47 [post_modified_gmt] => 2010-12-08 09:46:47 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=14228 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

ACI: solo 4 bambini su 10 viaggiano in auto con il seggiolino

ACI: solo 4 bambini su 10 viaggiano in auto con il seggiolino

Sarà forse colpa degli abitacoli, sempre più confortevoli e attrezzati, ma girare in auto da sempre dona ai guidatori un falso senso di sicurezza. Una sensazione che causa spesso incidenti gravissimi, facendoci dimenticare che basta andare a 40 km/h per fare danni (anche meno). Sarà per questo che, secondo una recente ricerca ACI, meno della metà dei bambini viaggiano in automobile senza il seggiolino di sicurezza. Non è certo colpa loro, ma di alcuni genitori poco responsabili troppo attenti a mettere il maglioncino di lana e troppo poco prudenti quando il pargoletto si trova con loro in autostrada a viaggiare come dei missili.

Secondo l’ACI, ben 4 bambini su 10 non utilizzano il seggiolino di sicurezza, contro l’88% degli adulti che invece usano le cinture di sicurezza. Una mossa quanto meno ipocrita. Agghiacciante, però, è anche un altro dato: la percentuale dei bambini con seggiolino scende addirittura della metà quando ci si trova in città. Uno penserebbe che dove si va più lentamente, si dovrebbe stare più sicuri. Niente di più falso, dato che il 70% degli incidenti stradali è concentrato nei centri urbani. Le cause di questa grave mancanza? Spesso è la fretta, unita alla brevità del tragitto (“Che vuoi che possa succedere in cinque minuti di strada?”) e ai capricci degli stessi pargoli, di fronte ai quali i genitori preferiscono arrendersi, considerando il “particolare” della sicurezza poco importante. Peccato che nel 2009 siano stati registrate ben 20 vittime stradali tra i bambini (un’intera classe scolastica) e oltre 5.000 feriti, anche gravi.

La ricerca, denominata “TrasportACI Sicuri”, ha anche evidenziato una certa rilevanza geografica di queste mancanze. A Verona, per esempio, il 64% dei bimbi è trasportato in sicurezza (percentuale sempre troppo bassa, va detto) e il 94% degli adulti utilizza le cinture. A Catania, invece, la ricerca ha evidenziato solamente un utilizzo da parte del 33% dei pargoli del seggiolino e del 73% delle cinture da parte degli adulti, a fronte della media nazionale dell’88%.

L’obiettivo di TrasportACI Sicuri è di sensibilizzare l’opinione pubblica a migliorare le condizioni di viaggio proprie e dei bambini.

Del resto è inutile che ci preoccupiamo della giacca pesante ad aprile se poi piazziamo i nostri figli su delle scatole di alluminio lanciate in tangenziale a 100 km/h per andare al centro commerciale.

Foto: Flickr

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Coppa Milano-Sanremo: 28 – 30 marzo 2019

Presentata ieri l'11° edizione della rievocazione storica della gara più antica d'Italia
Lungo un percorso di oltre 600 chilometri, la manifestazione si snoderà tra Lombardia, Piemonte e Liguria, toccando città e paesaggi dal