Mini Paceman Concept, al Salone di Detroit arriva la conferma della messa in produzione

Concept, ma ancora per poco. La Mini Paceman, che in questi giorni sta facendo bella mostra di sé al Salone dell’auto di Detroit, entrerà ufficialmente nella produzione di serie. La conferma è arrivata proprio durante la kermesse americana da Ian Robertson, membro del Consiglio d’amministrazione della Bmw (proprietaria del marchio britannico). «Sono veramente emozionato nell’annunciarvi, per la prima volta in assoluto – ha detto durante la conferenza stampa Robertson – Che ci sarà un settimo membro nella famiglia Mini e che sarà basato su questo prototipo.»

La decisione arriva alla fine di un 2010 veramente da ricordare per Mini, durante il quale lo storico marchio inglese ha consegnato ben 234.000 esemplari delle sue auto. Non sorprende quindi che la Bmw voglia sfruttare al massimo questa rinnovata passione per la classica Mini.

Attualmente sono disponibili quattro versioni della Mini: la classica con tetto rigido, la convertibile, la Clubman e la Countryman. Nel 2011 arriverà anche la Coupé e nel 2012 sarà la volta della Roadster. La Paceman sarà di fatto la prima Crossover del marchio di serie.

Il prototipo si basa molto sulla Countryman e sotto il cofano ha il motore a quattro cilindri turbo della John Cooper Works, con una cilindrata da 1.6 litri e una potenza di ben 211 Cv, impressionanti per un’auto così piccola. Il tutto costrutio su una trasmissione con sistema di guida ALL4 e cambio manuale a sei marce.

«Quest’auto racchiude in sé le caratteristiche principali di Mini – ha continuato Robertson – Design unico, funzionalità studiata e il classico divertimento di guida, il tutto con un nuovo livello di agilità. Combina un’atletica e mascolina coupé con l’aspetto e le dimensioni della Countryman.»

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati