Toyota Prius C Concept a Detroit 2011

Accanto alla nuova Toyota Prius V, la monovolume derivata dalla più nota vettura ibrida della casa automobilistica nipponica, la società orientale ha esposto anche la nuova Toyota Prius C Concept, la seconda delle declinazioni prodotte a partire dal concetto “Prius”: in questo caso specifico, non si tratta di un modello pronto per la commercializzazione (come lo è, invece, il Multi Purpose Vehicle), bensì di un prototipo ecologico che il costruttore vuole tradurre in realtà entro il primo semestre dell’anno 2012.

La lettera “C” (nel nome scelto per la concept car) è quella iniziale della parola “City” ed identifica il territorio prediletto del modello: la casa automobilistica giapponese ha realizzato una hatchback compatta, Toyota Prius C, destinata alla mobilità di domani nelle zone metropolitane, che, nel contempo, servirà anche da entry-level per la famiglia Prius (e, dunque, questa nuova Prius C sarà posta più in basso rispetto all’attuale generazione della due volumi).

Ciò che rende interessante la nuova Toyota Prius C Concept, ad ogni modo, non è soltanto il suo fare “cittadino” e la sua usabilità pensata per il traffico congestionato (almeno, così è nelle intenzioni della società nipponica): rilevanza le viene anche dalla sua geometria ecologica: la forza propulsiva della concept car, infatti, nasce da un’architettura ibrida (non meglio descritta dai manager giapponesi), che mescola un motore elettrico ed un motore a combustione termica. Ipoteticamente, il sistema potrebbe essere lo stesso dell’attuale generazione di Toyota Prius.

E non è tutto: la matita che ha disegnato la nuova Toyota Prius C Concept potrebbe anticipare il modo in cui si evolverà il linguaggio estetico della famiglia Prius, da qui in là. Staremo a vedere.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati