WP_Post Object ( [ID] => 15860 [post_author] => 13 [post_date] => 2011-01-20 15:07:19 [post_date_gmt] => 2011-01-20 13:07:19 [post_content] => Diffondendone i primi teaser ufficiali, alcuni giorni fa, la casa automobilistica orientale Mitsubishi ci ha confermato che la presentazione della nuova Concept Global Small avverrà al Salone di Ginevra 2011, tra poco meno di due mesi (la manifestazione motoristica europea si svolgerà in Svizzera tra il 3 ed il 13 marzo). Oggi, di fronte alla prima immagine, possiamo conoscere nuovi dettagli in merito all'utilitaria di segmento B preparata dal brand. Innanzitutto, perché questo nome: il termine Global, che è parte della carrellata di parole scelte per identificare la citycar Mitsubishi, chiarisce quale sia il progetto della casa automobilistica per la vettura: un solo veicolo, adatto a tutti i mercati ove l'azienda è presente, da commercializzare così come lo vediamo in ognuna di queste economie. La nuova generazione di Colt (Mitsubishi Concept Global Small) sarà costruita nello stabilimento del fabbricante giapponese in Thailandia (con un target prefissato pari a 150.000 unità ogni trecentosessantacinque giorni): la linea di montaggio inizierà a muoversi e a sfornare vetture a partire dall'anno 2012 (in un punto ancora imprecisato). La nuova Concept Global Small sarà equipaggiata, pare, con moderni motori 1,0 litri e 1,2 litri, sviluppati dal brand Mitsubishi per essere più efficienti (per diminuire, cioè, il consumo di carburante e il livello di emissioni di anidride carbonica). Sono stati messi a punto per l'utilitaria di segmento B, inoltre, un nuovo cambio automatico a variazione continua CVT, il sistema Start&Stop ed il sistema KERS. La matita dell'utilitaria Mitsubishi Concept Global Small, infine, sembra il preludio di qualcosa di nuovo: l'evoluzione estetica del brand nipponico, dunque, potrebbe partire dalla piccola citycar, per poi diffondersi a tutta la gamma. [post_title] => Mitsubishi Concept Global Small, prima immagine ufficiale [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => mitsubishi-concept-global-small-prima-immagine-ufficiale [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-01-20 14:19:09 [post_modified_gmt] => 2011-01-20 12:19:09 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=15860 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mitsubishi Concept Global Small, prima immagine ufficiale

Mitsubishi Concept Global Small, prima immagine ufficiale

Diffondendone i primi teaser ufficiali, alcuni giorni fa, la casa automobilistica orientale Mitsubishi ci ha confermato che la presentazione della nuova Concept Global Small avverrà al Salone di Ginevra 2011, tra poco meno di due mesi (la manifestazione motoristica europea si svolgerà in Svizzera tra il 3 ed il 13 marzo). Oggi, di fronte alla prima immagine, possiamo conoscere nuovi dettagli in merito all’utilitaria di segmento B preparata dal brand.

Innanzitutto, perché questo nome: il termine Global, che è parte della carrellata di parole scelte per identificare la citycar Mitsubishi, chiarisce quale sia il progetto della casa automobilistica per la vettura: un solo veicolo, adatto a tutti i mercati ove l’azienda è presente, da commercializzare così come lo vediamo in ognuna di queste economie. La nuova generazione di Colt (Mitsubishi Concept Global Small) sarà costruita nello stabilimento del fabbricante giapponese in Thailandia (con un target prefissato pari a 150.000 unità ogni trecentosessantacinque giorni): la linea di montaggio inizierà a muoversi e a sfornare vetture a partire dall’anno 2012 (in un punto ancora imprecisato).

La nuova Concept Global Small sarà equipaggiata, pare, con moderni motori 1,0 litri e 1,2 litri, sviluppati dal brand Mitsubishi per essere più efficienti (per diminuire, cioè, il consumo di carburante e il livello di emissioni di anidride carbonica). Sono stati messi a punto per l’utilitaria di segmento B, inoltre, un nuovo cambio automatico a variazione continua CVT, il sistema Start&Stop ed il sistema KERS.

La matita dell’utilitaria Mitsubishi Concept Global Small, infine, sembra il preludio di qualcosa di nuovo: l’evoluzione estetica del brand nipponico, dunque, potrebbe partire dalla piccola citycar, per poi diffondersi a tutta la gamma.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati