Abarth 695 Tributo Ferrari al Salone di Bruxelles 2011

È passato un po’ sottotono, quasi in sordina, durante quest’ultima settimana, il Salone dell’Automobile di Bruxelles 2011 (15-23 gennaio): la manifestazione motoristica europea non ha avuto grande risalto, almeno qui, nel nostro Paese, e non è stata utilizzata dalle aziende del settore automotive come vetrina per svelare anteprime internazionali (evidentemente, i brand stanno tenendo in serbo le più succose novità per il Salone di Ginevra 2011, che si terrà tra il 3 ed il 13 marzo 2011).

Il nostrano Gruppo Fiat ha comunque partecipato all’evento, portando in scena alcune tra le più importanti automobili della gamma commercializzata attualmente: la nuova Abarth 695 Tributo Ferrari, versione estremamente esclusiva della piccola citycar di segmento A elaborata dalla maison dello Scorpione, ha calcato il palcoscenico di Bruxelles e sta sfilando sotto i riflettori, anche ora, ammantata della colorazione Giallo Modena (che, precisamente, è la più recente tonalità che il costruttore italiano ha introdotto all’interno della gamma: la presentazione della tinta è avvenuta, infatti, durante la scorsa edizione del bolognese Motor Show).

La nuova Abarth 695 Tributo Ferrari viene equipaggiata con il motore quattro cilindri in linea 1,4 litri T-Jet benzina, sovralimentato, in grado di erogare 180 cavalli e 230 Nm di coppia massima, e viene dotata di una serie di dettagli sportivi specifici, tra cui potremmo citare i dischi freno da 305 millimetri, i cerchi in lega da 17 pollici, l’impianto scarico sportivo, le sedute sportive all’interno dell’abitacolo, un assetto specifico e via di seguito.

La piccola Abarth 695 è stata consegnata, poco prima del termine dell’anno passato, ai due piloti della Scuderia Ferrari di Formula Uno, Fernando Alonso e Felipe Massa (in colorazione rossa, tuttavia).

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati