WP_Post Object ( [ID] => 16017 [post_author] => 13 [post_date] => 2011-01-24 17:04:48 [post_date_gmt] => 2011-01-24 15:04:48 [post_content] => Il buon proposito di mantenerla segreta sino al momento della presentazione ufficiale (che, lo ricordiamo, avverrà al Salone di Ginevra 2011, cioè nel periodo di tempo compreso tra il 3 ed il 13 marzo venturi) è andato scemando e, al suo posto, s'è sviluppata una sorta di smania di conoscere la nuova Pagani Huayra sino al suo ultimo dettaglio, anche il più insignificante. Come in questo caso: una prima immagine, pare rilasciata ufficialmente, accompagna alcune rivelazioni su un moderno sistema di controllo aerodinamico attivo (di tipo meccanico e non elettronico). Eravamo certi che Mister Pagani avrebbe saputo stupirci e, se dal lato estetico abbiamo già mosso alcune obiezioni, alcuni conati di protesta, siamo sicuri che il capitolo meccanico della nuova Huayra sia molto più affascinante. Come si vede dall'immagine della nuova supercar emiliana proposta, la carrozzeria sportiva è provvista di alcuni deflettori: ce ne sono quattro, celati nella bombata forma della fastback Pagani. La nuova Pagani Huayra, cioè, viene dotata di due alette nella parte anteriore e di altrettante nella parte posteriore, in grado di alzarsi verso l'alto con un movimento a novanta gradi e di tornare nella posizione di riposo: sono state immaginate dal team di tecnici Pagani per correggere le situazioni di imbardata con un angolo di incidenza progressivo e specifico per ogni frangente. Il movimento di imbardata di un veicolo è quella rotazione che avviene intorno ad un asse verticale: tirate un filo che parta dal centro della carrozzeria della nuova Huayra e girate la fastback sportiva verso destra o verso sinistra. Con questo dispositivo meccanico, la casa automobilistica è certa che riuscirà ad influire sugli errori di traiettoria (a trecento chilometri orari, forse, ogni minimo ausilio ha importanza). [post_title] => Pagani Huayra, dettagli sull'aerodinamica attiva (con immagine ufficiale) [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => pagani-huayra-dettagli-sullaerodinamica-attiva-con-immagine-ufficiale [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-01-24 15:17:59 [post_modified_gmt] => 2011-01-24 13:17:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=16017 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Pagani Huayra, dettagli sull’aerodinamica attiva (con immagine ufficiale)

Pagani Huayra, dettagli sull’aerodinamica attiva (con immagine ufficiale)

Il buon proposito di mantenerla segreta sino al momento della presentazione ufficiale (che, lo ricordiamo, avverrà al Salone di Ginevra 2011, cioè nel periodo di tempo compreso tra il 3 ed il 13 marzo venturi) è andato scemando e, al suo posto, s’è sviluppata una sorta di smania di conoscere la nuova Pagani Huayra sino al suo ultimo dettaglio, anche il più insignificante. Come in questo caso: una prima immagine, pare rilasciata ufficialmente, accompagna alcune rivelazioni su un moderno sistema di controllo aerodinamico attivo (di tipo meccanico e non elettronico).

Eravamo certi che Mister Pagani avrebbe saputo stupirci e, se dal lato estetico abbiamo già mosso alcune obiezioni, alcuni conati di protesta, siamo sicuri che il capitolo meccanico della nuova Huayra sia molto più affascinante. Come si vede dall’immagine della nuova supercar emiliana proposta, la carrozzeria sportiva è provvista di alcuni deflettori: ce ne sono quattro, celati nella bombata forma della fastback Pagani.

La nuova Pagani Huayra, cioè, viene dotata di due alette nella parte anteriore e di altrettante nella parte posteriore, in grado di alzarsi verso l’alto con un movimento a novanta gradi e di tornare nella posizione di riposo: sono state immaginate dal team di tecnici Pagani per correggere le situazioni di imbardata con un angolo di incidenza progressivo e specifico per ogni frangente.

Il movimento di imbardata di un veicolo è quella rotazione che avviene intorno ad un asse verticale: tirate un filo che parta dal centro della carrozzeria della nuova Huayra e girate la fastback sportiva verso destra o verso sinistra. Con questo dispositivo meccanico, la casa automobilistica è certa che riuscirà ad influire sugli errori di traiettoria (a trecento chilometri orari, forse, ogni minimo ausilio ha importanza).

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati