Audi A2, il brand sta riconsiderando l’utilitaria compatta

Audi A2, il brand sta riconsiderando l’utilitaria compatta

Nonostante numerose smentite, nei mesi passati, la casa automobilistica Audi starebbe davvero riconsiderando l’utilitaria A2, che è stata commercializzata con poco successo tra il 1999 ed il 2005. Secondo alcune indiscrezioni, la nuova Audi A2 sarebbe in fase di studio: il management starebbe valutando la produzione di una nuova generazione della citycar compatta, anche a fronte della grande domanda di Audi A1.

Ovviamente, ogni dettaglio è ancora nebuloso e non confermato: si tratta soltanto di voci. La nuova Audi A2, se fosse confermata, sarebbe ancora progettata come una vettura leggera ed efficiente (in fatto di consumi di carburante e di emissioni di anidride carbonica). Audi A2 potrebbe essere realizzata – suggeriscono le fonti – con un nuovo telaio, denominato MSF (Multi-material Space Frame), costruito in alluminio, acciaio e materiale plastico rinforzato con fibra di carbonio. Questo scheletro potrebbe garantire alla nuova Audi A2 un peso contenuto intorno ad ottocento chilogrammi. Le indiscrezioni dicono anche che la nuova A2, se sarà prodotta, sarà una vettura futuristica, molto meno conservatrice di tute le altre sorelle Audi.

Impossibile dire quali saranno le caratteristiche meccaniche: secondo alcune voci, Audi A2 potrebbe essere dotata soltanto di una geometria elettrica. Una possibilità assai plausibile, anche in vista della commercializzazione della nuova BMW i3, l’utilitaria compatta elettrica della casa automobilistica di Monaco di Baviera.

Nessuno ha saputo dire, infine, quando vedremo la nuova Audi A2, se questa sarà mai confermata.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati