Citroën DS5, svelata la novità francese di Shanghai 2011

Dopo due teaser e tante anticipazioni, ecco finalmente l’annuncio della nuova Citroën DS5, che verrà lanciata al Salone di Shanghai 2011. Una novità assoluta per la casa francese, che così va ad arricchire ancora di più la già apprezzata collezione DS.

Si tratta di una cinque porte lunga 4,52 metri e larga 1.85 con spazio sufficiente per ospitare fino a cinque adulti. Per dare un’idea di come potrà apparire, sarà sensibilmente più piccola della Ford Mondeo. La sensazione generale dopo la prima occhiata è che questa vettura si discosterà abbastanza dalla C5 da cui deriva, grazie anche alla line del tetto più in stile coupé. Le linee dei pannelli della vettura, unite alla forma dei gruppi ottici, trasmettono una sensazione di “avvolgimento” generale, accentuata anche da piccoli particolari come il doppio tubo di scarci integrato nella fascia posteriore. Numerose saranno anche le componenti cromate della vettura, da sempre simbolo sia di sportività, sia di eleganza.

Vogliamo però parlare del motore? Perchè è qui che avremo le novità più succose. La nuova Citroën DS5, infatti, sarà la prima auto della casa francese ad offrire di serie la motorizzazione Hybrid4 diesel, che promette di sviluppare fino a un massimo di 200 Cv di potenza grazie all’unione del propulsore turbodiesel con cilindrata da 2 litri e il motore elettrico montato sull’assale posteriore, che sviluppano rispettivamente 163 e 37 Cv. Tra l’altro Citroën garantisce che la vettura potrà girare anche solamente con l’ausilio del motorino elettrico durante le sessioni cittadine a bassa velocità. In generale la conquista maggiore riguarda l’impatto ambientale, dato che le emissioni di CO2 nell’atmosfera si abbassano fino a 99 g/km.

All’interno la cabina presenta un largo uso delle coperture in pelle e una particolarissima attenzione al cruscotto, che è stato progettato per rendere ancora più facile e confortevole la consultazione delle informazioni.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati