WP_Post Object ( [ID] => 20749 [post_author] => 13 [post_date] => 2011-05-10 16:43:02 [post_date_gmt] => 2011-05-10 14:43:02 [post_content] => La casa automobilistica tedesca BMW potrebbe decidere di sfruttare in maniera più ampia il nuovo motore 2,0 litri quattro cilindri sovralimentato benzina già a partire da quest'anno, senza aspettare troppo tempo e senza attendere il debutto di nuove vetture; il propulsore è comunque destinato ad una grande diffusione tra i confini del listino del brand bavarese, ma per ora lo usa soltanto il SUV BMW X1. Dopo l'annuncio che anche la roadster con tetto in metallo BMW Z4 sarà equipaggiata con il motore 2,0 litri benzina, oggi una nuova notizia dipinge il futuro della cabriolet: non sarà soltanto la versione da 245 cavalli ad essere installata sotto il cofano di BMW Z4, bensì anche una nuova versione – per ora sconosciuta – da 190 cavali. Ricapitoliamo: entro la conclusione dell'anno corrente, la casa automobilistica di Monaco di Baviera evolverà l'attuale BMW Z4 sDrive30i (il cui nome potrebbe cambiare in BMW Z4 sDrive28i), equipaggiandola con il propulsore 2,0 litri da 245 cavalli (sovralimentato, benzina, quattro cilindri in linea), e l'attuale BMW Z4 sDrive23i (l'odierna variante entry-level della gamma della roadster), equipaggiandola con il propulsore 2,0 litri da 190 cavalli (sovralimentato, benzina, quattro cilindri in linea). In questa stessa occasione, l'azienda tedesca potrebbe scegliere di allargare la gamma di trasmissioni utilizzate da BMW Z4 con la nuova trasmissione ZF automatica ad otto velocità sequenziale. Perché scegliere di introdurre un nuovo motore, ad appena due anni dal debutto dell'attuale generazione di Z4? Per il fatto che questo propulsore, grazie al sistema di sovralimentazione, permette di avere la stessa potenza di un motore sei cilindri con i consumi tipici di un motore quattro cilindri. Una bella sfida, in tempo di carestia di vendite e di imperativi ecologici. Ed il listino prezzi? Non abbiamo notizie che l'azienda abbia previsto un aumento dei costi di BMW Z4: senza dubbio, tuttavia, la nuova versione entry-level Z4 sDrive23i con motore 2,0 litri (che pensiona un 2,5 litri sei cilindri) aprirà le porte della roadster ad una nuova fascia di clienti (per i costi di gestione e di mantenimento più bassi). [post_title] => BMW Z4, il quattro cilindri benzina turbo anche per la versione entry-level [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => bmw-z4-il-quattro-cilindri-benzina-turbo-anche-per-la-versione-entry-level [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-05-10 11:59:05 [post_modified_gmt] => 2011-05-10 09:59:05 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=20749 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW Z4, il quattro cilindri benzina turbo anche per la versione entry-level

BMW Z4, il quattro cilindri benzina turbo anche per la versione entry-level

La casa automobilistica tedesca BMW potrebbe decidere di sfruttare in maniera più ampia il nuovo motore 2,0 litri quattro cilindri sovralimentato benzina già a partire da quest’anno, senza aspettare troppo tempo e senza attendere il debutto di nuove vetture; il propulsore è comunque destinato ad una grande diffusione tra i confini del listino del brand bavarese, ma per ora lo usa soltanto il SUV BMW X1.

Dopo l’annuncio che anche la roadster con tetto in metallo BMW Z4 sarà equipaggiata con il motore 2,0 litri benzina, oggi una nuova notizia dipinge il futuro della cabriolet: non sarà soltanto la versione da 245 cavalli ad essere installata sotto il cofano di BMW Z4, bensì anche una nuova versione – per ora sconosciuta – da 190 cavali. Ricapitoliamo: entro la conclusione dell’anno corrente, la casa automobilistica di Monaco di Baviera evolverà l’attuale BMW Z4 sDrive30i (il cui nome potrebbe cambiare in BMW Z4 sDrive28i), equipaggiandola con il propulsore 2,0 litri da 245 cavalli (sovralimentato, benzina, quattro cilindri in linea), e l’attuale BMW Z4 sDrive23i (l’odierna variante entry-level della gamma della roadster), equipaggiandola con il propulsore 2,0 litri da 190 cavalli (sovralimentato, benzina, quattro cilindri in linea). In questa stessa occasione, l’azienda tedesca potrebbe scegliere di allargare la gamma di trasmissioni utilizzate da BMW Z4 con la nuova trasmissione ZF automatica ad otto velocità sequenziale.

Perché scegliere di introdurre un nuovo motore, ad appena due anni dal debutto dell’attuale generazione di Z4? Per il fatto che questo propulsore, grazie al sistema di sovralimentazione, permette di avere la stessa potenza di un motore sei cilindri con i consumi tipici di un motore quattro cilindri. Una bella sfida, in tempo di carestia di vendite e di imperativi ecologici. Ed il listino prezzi? Non abbiamo notizie che l’azienda abbia previsto un aumento dei costi di BMW Z4: senza dubbio, tuttavia, la nuova versione entry-level Z4 sDrive23i con motore 2,0 litri (che pensiona un 2,5 litri sei cilindri) aprirà le porte della roadster ad una nuova fascia di clienti (per i costi di gestione e di mantenimento più bassi).

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati