WP_Post Object ( [ID] => 22278 [post_author] => 8 [post_date] => 2011-06-17 11:18:09 [post_date_gmt] => 2011-06-17 09:18:09 [post_content] => La Seat Alhambra si ripropone con questa rinnovata versione 4x4, più versatile e più potente che mai, grazie anche alla sua trazione integrale permanente che la rende efficace anche sulle strade più sconnesse e difficili. La casa spagnola ha voluto lanciare questo particolare modello nel tentativo di rinforzare il suo nome in un settore dove altre case fanno la voce grossa. In quest'ottica la nuova Alhambra 4x4 sembra piuttosto promettente, ma vediamo nei dettagli cosa viene offerto ai clienti dalla casa spagnola. Nonostante il suo proposito di fare a “sportellate” con i modelli più rinomati del mercato 4x4, la Seat Alhambra si propone ugualmente con le caratteristiche classiche di Seat, vale a dire grande praticità abbinata ad un look e a prestazioni sportive, in modo da accontentare la più grande fetta di clientela possibile. Il tutto è ottenuto grazie ad un telaio di ultima generazione e a diverse scelte di alta tecnologia. Il motore TDI, in particolare, è piuttosto soddisfacente, grazie alla sua cilindrata da 2 litri con common rail e alla potenza di 140 Cv, il tutto unito ad un cambio manuale a sei velocità per un controllo ottimale. Le emissioni e i consumi, nonostante la nuova Alhambra sia un'auto piuttosto “importante”, sono molto contenuti, soprattutto se paragonati alla media della categoria. Occorrono 6 litri di carburante per arrivare a 100 km, mentre le emissioni di CO2 si assestano sui 158 g/km. La nuova Seat Alhambra 4x4 è già disponibile nei concessionari a partire da 34.200 €. [post_title] => Seat Alhambra 4x4, più versatile che mai [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => seat-alhambra-4x4-piu-versatile-che-mai [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-06-17 11:18:09 [post_modified_gmt] => 2011-06-17 09:18:09 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=22278 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Seat Alhambra 4×4, più versatile che mai

La Seat Alhambra si ripropone con questa rinnovata versione 4×4, più versatile e più potente che mai, grazie anche alla sua trazione integrale permanente che la rende efficace anche sulle strade più sconnesse e difficili. La casa spagnola ha voluto lanciare questo particolare modello nel tentativo di rinforzare il suo nome in un settore dove altre case fanno la voce grossa. In quest’ottica la nuova Alhambra 4×4 sembra piuttosto promettente, ma vediamo nei dettagli cosa viene offerto ai clienti dalla casa spagnola.

Nonostante il suo proposito di fare a “sportellate” con i modelli più rinomati del mercato 4×4, la Seat Alhambra si propone ugualmente con le caratteristiche classiche di Seat, vale a dire grande praticità abbinata ad un look e a prestazioni sportive, in modo da accontentare la più grande fetta di clientela possibile. Il tutto è ottenuto grazie ad un telaio di ultima generazione e a diverse scelte di alta tecnologia. Il motore TDI, in particolare, è piuttosto soddisfacente, grazie alla sua cilindrata da 2 litri con common rail e alla potenza di 140 Cv, il tutto unito ad un cambio manuale a sei velocità per un controllo ottimale.

Le emissioni e i consumi, nonostante la nuova Alhambra sia un’auto piuttosto “importante”, sono molto contenuti, soprattutto se paragonati alla media della categoria. Occorrono 6 litri di carburante per arrivare a 100 km, mentre le emissioni di CO2 si assestano sui 158 g/km.

La nuova Seat Alhambra 4×4 è già disponibile nei concessionari a partire da 34.200 €.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Seat: Luca de Meo lascia la presidenza

Divorzio consensuale con il gruppo VW, possibile futuro in Renault?
La notizia è giunta in redazione proprio nella giornata di oggi, 7 gennaio 2020. Il dirigente d’azienda e manager Luca