WP_Post Object ( [ID] => 23023 [post_author] => 8 [post_date] => 2011-07-02 12:15:54 [post_date_gmt] => 2011-07-02 10:15:54 [post_content] => In questi giorni chi ha avuto occasione di passare per piazza del Duomo a Milano avrà avuto occasione di vedere un'interessante rassegna di automobili elettriche. Si tratta dell'iniziativa Una Scossa alla Città, promossa dalla rivista Espansione. Qui i milanesi hanno avuto occasione di sperimentare la nuova MINI E, la speciale auto elettrica prodotta in soli 650 esemplari dal marchio del gruppo BMW. Il progetto pilota MINI E ha coinvolto selezionati clienti negli Stati Uniti, in Inghilterra ed in Germania, che hanno già percorso oltre 4 milioni di chilometri a propulsione esclusivamente elettrica ed hanno così consentito di raccogliere dati utili per comprendere meglio il tipo di utilizzo dell’auto elettrica nel mondo reale. Questo patrimonio di informazioni sarà alla base dello sviluppo dei futuri modelli elettrici che nasceranno dal sub-brand BMW i nel 2013: i3 e i8. 
 La MINI E è spinta da un motore elettrico da 150 kW/204 CV alimentato da una potente batteria agli ioni di litio che trasmette la propria potenza silenziosamente e senza emissioni alle ruote anteriori attraverso un ingranaggio a ruote dentate cilindriche. La tecnica delle batterie sviluppata appositamente per l’applicazione automobilistica offre un’autonomia massima di oltre 200 km. La coppia massima di 220 Nm consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi. La velocità massima raggiungibile dalla MINI E è limitata elettronicamente a 152 km/h. La taratura dell’assetto adattata alla ripartizione particolare delle masse nella vettura promuove la tipica agilità dei modelli MINI e una notevole maneggevolezza. «I requisiti di mobilità stanno cambiando nelle megalopoli con rapida espansione – ha dichiarato Ian Robertson, dirigente BMW - Il nostro impegno nell’attivare servizi di mobilità a bordo, come il BMW ConnectedDrive, verrà esteso significativamente con BMW i. Amplieremo i nostri servizi premium per la mobilità, e questo indipendentemente dalla vettura. BMW i mira a fornire soluzioni di mobilità personalizzate attraverso un network integrato di prodotti e servizi premium.» [post_title] => BMW e MINI E a Milano per l'esposizione Una Scossa alla Città [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => bmw-e-mini-e-a-milano-per-lesposizione-una-scossa-alla-citta [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-07-02 02:02:21 [post_modified_gmt] => 2011-07-02 00:02:21 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=23023 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW e MINI E a Milano per l’esposizione Una Scossa alla Città

BMW e MINI E a Milano per l’esposizione Una Scossa alla Città

In questi giorni chi ha avuto occasione di passare per piazza del Duomo a Milano avrà avuto occasione di vedere un’interessante rassegna di automobili elettriche. Si tratta dell’iniziativa Una Scossa alla Città, promossa dalla rivista Espansione. Qui i milanesi hanno avuto occasione di sperimentare la nuova MINI E, la speciale auto elettrica prodotta in soli 650 esemplari dal marchio del gruppo BMW. Il progetto pilota MINI E ha coinvolto selezionati clienti negli Stati Uniti, in Inghilterra ed in Germania, che hanno già percorso oltre 4 milioni di chilometri a propulsione esclusivamente elettrica ed hanno così consentito di raccogliere dati utili per comprendere meglio il tipo di utilizzo dell’auto elettrica nel mondo reale. Questo patrimonio di informazioni sarà alla base dello sviluppo dei futuri modelli elettrici che nasceranno dal sub-brand BMW i nel 2013: i3 e i8. 


La MINI E è spinta da un motore elettrico da 150 kW/204 CV alimentato da una potente batteria agli ioni di litio che trasmette la propria potenza silenziosamente e senza emissioni alle ruote anteriori attraverso un ingranaggio a ruote dentate cilindriche. La tecnica delle batterie sviluppata appositamente per l’applicazione automobilistica offre un’autonomia massima di oltre 200 km. La coppia massima di 220 Nm consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi. La velocità massima raggiungibile dalla MINI E è limitata elettronicamente a 152 km/h. La taratura dell’assetto adattata alla ripartizione particolare delle masse nella vettura promuove la tipica agilità dei modelli MINI e una notevole maneggevolezza.

«I requisiti di mobilità stanno cambiando nelle megalopoli con rapida espansione – ha dichiarato Ian Robertson, dirigente BMW – Il nostro impegno nell’attivare servizi di mobilità a bordo, come il BMW ConnectedDrive, verrà esteso significativamente con BMW i. Amplieremo i nostri servizi premium per la mobilità, e questo indipendentemente dalla vettura. BMW i mira a fornire soluzioni di mobilità personalizzate attraverso un network integrato di prodotti e servizi premium.»

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati