Hyundai, un cambio automatico a dieci marce in futuro?

Hyundai, un cambio automatico a dieci marce in futuro?

Hyundai, un cambio automatico a dieci marce in futuro?

La casa automobilistica orientale Hyundai potrebbe aver iniziato lo sviluppo di un nuovo cambio automatico sequenziale a dieci marce, che potrebbe arrivare sullo scaffale dell’azienda sudcoreana tra alcuni anni: non è ovviamente una conferma ufficiale, ma soltanto ciò che dicono alcune indiscrezioni. Se così fosse, il brand avrebbe davvero innestato la quinta (tanto per restare in tema) e starebbe davvero cercando ogni modo possibile per doppiare o quantomeno raggiungere tutti i concorrenti Premium del mercato e per incrementare le proprie vendite in Europa, negli Stati Uniti, nel mondo.

Secondo le indicazioni fornite da alcune chiacchiere, questa nuova trasmissione automatica sequenziale a dieci marce sarà pronta non prima dell’anno 2014 e sarà destinata alle vetture di maggiori dimensioni della gamma (le ammiraglie), come ad esempio Hyundai Equus e Hyundai Genesis (i due modelli stessi per i quali Hyundai ha messo a disposizione a partire da quest’anno un cambio automatico sequenziale ad otto marce).

Sino ad oggi, nel mondo automobilistico, lo sviluppo di trasmissioni automatiche sequenziali ha raggiunto “soltanto” l’ottava velocità, ma già molti brand hanno commissionato o stanno studiando cambi a nove rapporti (il Gruppo Chrysler ha richiesto a ZF di realizzare una trasmissione automatica sequenziale con nove marce, mentre Mercedes ha impiegato i propri ingegneri nel realizzare un prodotto simile). Ma a che serve una trasmissione con un così alto numero di rapporti?

Ce l’ha dimostrato anche Porsche, con il nuovo cambio manuale a sette marce della nuova 911: una trasmissione con abbondanti velocità permette di rendere malleabile ed estremamente sfruttabile la potenza del propulsore a cui è connessa. Cioè? I primi rapporti servono per aumentare la velocità rapidamente, mentre quelli più alti e lunghi per abbassare consumi e conseguentemente le emissioni. Più rapporti ci sono, più questo paradigma funziona, più il pilota può addatare il veicolo alle proprie esigenze.

Se davvero così fosse, la casa automobilistica Hyundai potrebbe di colpo trovarsi ad essere una delle prime aziende a proporre questa interessante tecnologia.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati