WP_Post Object ( [ID] => 27731 [post_author] => 8 [post_date] => 2011-10-14 08:30:28 [post_date_gmt] => 2011-10-14 06:30:28 [post_content] => Come aveva già anticipato il sindaco Pisapia, nei prossimi mesi saranno programmate delle nuove giornate con traffico bloccato a Milano e nei centri limitrofi. Questa volta, però, non si aspetterà il caso di emergenza, ma si programmerà il tutto per cercare di fare in modo che i limiti dei pm10 non vengano sforati. Sarà domenica 20 novembre la prima in assoluto del nuovo modello di giornate a piedi, con le auto ferme a partire dalle 10 del mattino invece che alle 8. La ripresa del traffico, invece, è prevista per le 18 come al solito. Questa giornata è stata scelta in particolar modo per la mancanza di eventi importanti durante la giornata, considerando che anche Inter e Milan giocheranno le loro partite negli anticipi del sabato, evitando così malumori tra i tifosi. Il 3 novembre, inoltre, è prevista una nuova riunione per decidere quali saranno le giornate senza smog per il primo trimestre del 2012. Per dicembre è stato assicurato che non verranno organizzati blocchi del traffico. La decisione ha coinvolto anche i comuni dell'hinterland, ma non tutti sono d'accordo con il progetto di Pisapia. «Le domeniche a piedi non servono a nulla, se non a soddisfare un'ideologia ambientalista ormai superata - ha dichiarato a La Repubblica Marco Flavio Cirillo, sindaco di Basiglio - Anziché bloccare il traffico, il sindaco di Milano dovrebbe pensare a riforme strutturali che vadano davvero nella direzione della sostenibilità ambientale, come interventi che incentivino la sostituzione delle caldaie più inquinanti e politiche che promuovano l'utilizzo del mezzo pubblico.» Contrario anche il sindaco di Opera Ettore Fusco: «A Opera non si limiterà la libertà dei cittadini di muoversi con le proprie auto quando Milano proclamerà le domeniche a piedi.» Le domeniche saranno forse senza smog, ma si prevedono comunque giornate di fuoco. Fonte: Repubblica.it Foto: Flickr [post_title] => Blocco del traffico, domenica 20 novembre nuovo stop a Milano [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => blocco-del-traffico-domenica-20-novembre-nuovo-stop-a-milano [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-10-13 20:31:53 [post_modified_gmt] => 2011-10-13 18:31:53 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=27731 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Blocco del traffico, domenica 20 novembre nuovo stop a Milano

Blocco del traffico, domenica 20 novembre nuovo stop a Milano

Come aveva già anticipato il sindaco Pisapia, nei prossimi mesi saranno programmate delle nuove giornate con traffico bloccato a Milano e nei centri limitrofi. Questa volta, però, non si aspetterà il caso di emergenza, ma si programmerà il tutto per cercare di fare in modo che i limiti dei pm10 non vengano sforati. Sarà domenica 20 novembre la prima in assoluto del nuovo modello di giornate a piedi, con le auto ferme a partire dalle 10 del mattino invece che alle 8. La ripresa del traffico, invece, è prevista per le 18 come al solito.

Questa giornata è stata scelta in particolar modo per la mancanza di eventi importanti durante la giornata, considerando che anche Inter e Milan giocheranno le loro partite negli anticipi del sabato, evitando così malumori tra i tifosi. Il 3 novembre, inoltre, è prevista una nuova riunione per decidere quali saranno le giornate senza smog per il primo trimestre del 2012. Per dicembre è stato assicurato che non verranno organizzati blocchi del traffico.

La decisione ha coinvolto anche i comuni dell’hinterland, ma non tutti sono d’accordo con il progetto di Pisapia. «Le domeniche a piedi non servono a nulla, se non a soddisfare un’ideologia ambientalista ormai superata – ha dichiarato a La Repubblica Marco Flavio Cirillo, sindaco di Basiglio – Anziché bloccare il traffico, il sindaco di Milano dovrebbe pensare a riforme strutturali che vadano davvero nella direzione della sostenibilità ambientale, come interventi che incentivino la sostituzione delle caldaie più inquinanti e politiche che promuovano l’utilizzo del mezzo pubblico.» Contrario anche il sindaco di Opera Ettore Fusco: «A Opera non si limiterà la libertà dei cittadini di muoversi con le proprie auto quando Milano proclamerà le domeniche a piedi.»

Le domeniche saranno forse senza smog, ma si prevedono comunque giornate di fuoco.

Fonte: Repubblica.it
Foto: Flickr

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Luchino

    21 Ottobre 2011 at 08:26

    Il carpooling, ancora poco considerato in Italia, è a tutti gli effetti uno strumento utile alla riduzione dei gas di scarico.
    Per carpooling si intende l’uso condiviso dell’autovettura. In pratica chi viaggi in auto si rende disponibile a dare un passaggio ad altre persone in cambio di un minimo contributo spese. Per maggiori info questa è la piattaforma italiana: http://www.bring-me.it

Articoli correlati